Stupra la figlia di 19 anni. Incapace di accettare l’abuso, la ragazza si suicida

Padre depravato violenta la figlia 19enne e lei si suicida

Stuprata dal padre, Jamie si è suicidata

Nel dicembre del 2016 Jamie Legh Craig era uscita di casa furente dopo una lite con la madre ed aveva cercato rifugio a casa del padre James Elder. Nel corso della serata l’uomo ha dato ascolto ai suoi più bassi istinti e senza curarsi del fatto che quella in casa sua era la figlia l’ha costretta ad un rapporto sessuale con la forza. Terminato l’assalto la ragazza è scappata dall’appartamento ed è andata in ospedale, dove ha denunciato l’accaduto alla polizia.

Tornata a casa si è sfogata con la madre: Jamie è caduta in ginocchio per la disperazione ed ha confessato quello che le aveva fatto il padre. La donna, incapace di reagire, in un primo momento ha pensato solamente di abbracciarla, dicendole che avrebbe ottenuto giustizia. Passati tre mesi, però, Jamie non ha sopportato più il pensiero di quella notte e si è tolta la vita nel suo appartamento.

Il dolore della madre di Jamie: “Mia figlia non era più la stessa”

Nei due anni successivi all’accaduto l’uomo è stato prima incarcerato e poi processato per lo stupro della figlia. La madre della ragazza, Liz Craig, ha spiegato al giudice ed alla giuria come lo stupro avesse distrutto emotivamente la figlia: “Non era più la figlia che conoscevo. Era isterica, confusa irritabile in qualsiasi luogo si trovasse”. Dopo aver raccontato il momento in cui la figlia le ha confessato la brutale aggressione del padre, la donna ha concluso dicendo: “Non starò mai più bene, ma vado avanti. Io voglio solo giustizia. Sono la voce di mia figlia adesso”.

Le testimonianze e le prove presentate dalla ragazza la sera dello stupro (tracce di dna) non hanno lasciato dubbi sulla colpevolezza dell’uomo che è stato condannato. Nel pronunciare la sentenza, il giudice Matthews ha detto all’imputato: “Sei stato condannato per aver violentato tua figlia. Per un padre aggredire la figlia in questo modo è inaccettabile”.

FS