Decine di morti in tre attentati in tre chiese: il terrorismo islamico torna a colpire

L’estremismo islamico ritorna a colpire, in parti diverse del mondo.

A Parigi, città già colpita da diversi lupi solitari, alle 20.47 di ieri sera un uomo ha pugnalato una serie di passanti in rue Saint-Augustin, una strada nota per i numerosi ristoranti: una donna è morta sul colpo mentre altre persone sono state ricoverate in ospedale. Gli agenti di polizia sono riusciti a neutralizzare l’assalitore soltanto sparando all’uomo, dopo aver provato in prima battuta a fermarlo con un taser, ma senza esito.

A Surabaya, città portuale dell’Indonesia, invece, tre diversi attentati in tre chiese hanno portato morte e davastazione: sono infatti una decina le vittime segnalate, oltre 40 feriti. Ad effettuare gli attentati, terroristi di un gruppo legato all’Isis.

Solo pochi giorni fa, sempre in Indonesia (ma a Depok, alla periferia di Giacarta), una rivolta carceraria da parte di militanti islamici era stata sedata dalle forze di sicurezza, dopo che i detenuti avevano preso in ostaggio e poi ucciso cinque agenti.

(Immagine d’archivio)