Home Spettacolo Musica Liberato nuovo fenomeno virale: si fa largo una nuova ipotesi sulla sua...

Liberato nuovo fenomeno virale: si fa largo una nuova ipotesi sulla sua identità

liberato
Liberato, uno youtuber pensa sia un detenuto

Chi è davvero Liberato? E’ la domanda che si stanno ponendo in molti, specialmente gli appassionati di musica, che fremono per capire chi si celi dietro l’artista dall’identità nascosta che canta in napoletano. Il suo concerto sul lungomare di Napoli è stato un autentico successone: oltre 15mila persone sono accorse per gustarsi dal vivo il nuovo fenomeno che ha già totalizzato milioni di visualizzazioni su YouTube.

Nonostante l’enorme clamore, nessuno ha ancora capito chi sia davvero Liberato. Tuttavia, lo youtuber Diego Laurenti ha avanzato un’ipotesi particolarmente suggestiva: il cantante sarebbe un detenuto del carcere minorile di Nisida, situato nell’arcipelago delle Isole Flegree.

Dalla “scorta” al “gesto a manovella”: tutti gli indizi

A sostegno della sua tesi, Diego Laurenti offre un buon numero di indizi che effettivamente sembrano spingere verso queste direzione. A cominciare dalla sera del concerto: Liberato è giunto alla Rotonda Diaz in gommone proprio dal lato dove si trova il carcere di Nisida. Inoltre, il cantante napoletano era scortato da sei persone, ma solo in tre si sono effettivamente esibiti. Pertanto, è probabile che gli altri tre siano agenti che hanno scortato Liberato.

E poi ci sono i riferimenti nelle sue canzoni, dove vengono citati molti luoghi che si vedrebbero dalla prigione minorile. Infine, l’ormai celebre gesto “a manovella” che Liberato propone sempre al suo pubblico, che potrebbe significare la momentanea “libera uscita”. Un’analisi interessante, quella dello youtuber, che merita approfondimenti.