Tentata rapina per la ‘Festa della mamma’ sventata da una madre poliziotta – Immagini Shock

rapina sventataTentata rapina sventata da una madre poliziotta

Un uomo è stato ucciso a colpi di arma da fuoco durante una rapina sventata contro un gruppo di madri e i loro bambini.

Elivelton Neves Moreira, 21 anni, ha minacciato il gruppo di mamme fuori da una scuola di Sao Paulo, ma una di loro era un poliziotto fuori servizio.

Le telecamere di sicurezza hanno filmato l’incidente avvenuto sabato mattina intorno alle 8.00 presso la scuola ‘Ferreira’.

L’ufficiale di polizia militare Katia da Silva Sastre, 42 anni, è stata elogiata per le sue azioni dopo aver sparato tre volte a Moreira, che in seguito è morto in ospedale a causa delle ferite subite. Il ragazzo ha puntato il suo revolver calibro 38 contro le madri e ha minacciato la guardia di sicurezza della scuola, prendendo il suo portafoglio e il telefono.

aggressioneL’aggressione

Katia ha tirato fuori la sua pistola di servizio, caricandola rapidamente e esplodendo 3 colpi che hanno colpito Moreira nel petto e nella gamba.

L’ufficiale ha poi dichiarato ai suoi colleghi: “Non sapevo se avrebbe sparato ai bambini o alle madri o alla guardia di sicurezza alla porta della scuola. Ho solo pensato di difendere le mamme, i bambini, la mia vita e quella di mia figlia”, ha poi aggiunto, “Ho dovuto agire rapidamente per porre fine alla sua aggressione e impedirgli di nuocere a qualcuno. Sono tornata alla formazione che ho ricevuto in polizia“.

La poliziotta è stata lodata per il suo coraggio in una cerimonia in cui il Brasile ha celebrato la festa della mamma di domenica. Rendendo omaggio all’ufficiale della stazione di polizia in cui lavora e consegnandole dei fiori, il governatore di San Paolo, Márcio França, ha detto di aver dimostrato “destrezza, tecnica e coraggio“.

Tuttavia, il governatore França ha lamentato il risultato come “triste e deplorevole“.

Non è l’epilogo ideale che il sospetto sia morto. Avremmo preferito che ciò non fosse accaduto. Ma è un avvertimento per coloro che prendono una pistola in mano; potrebbero essere uccisi perché i nostri professionisti della sicurezza sono ben addestrati a proteggere il pubblico“, ha detto.

Mario Barba