Tragedia in un cantiere: operaio schiacciato e ucciso da una lastra di cemento

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:51

operaioIncidente sul lavoro, muore operaio 56enne

Ancora un incidente sul lavoro che provoca una vittima. Questa volta la tragedia è avvenuta in Liguria, e precisamente all’interno del Cantiere Navale Antonini, in zona Muggiano, tra La Spezia e Lerici. A perdere la vita è stato un operaio, travolto e schiacciato da una grossa lastra di cemento durante le ore di lavoro.

Una fine terribile per Dragn Zelik, 56 anni, originario della Croazia ma residente in provincia di Treviso. Stando alle prime ricostruzioni dell’accaduto effettuate dalle forze dell’ordine, sembra che il 56enne stesse lavorando all’interno di una banchina.

L’operaio schiacciato e ucciso da una lastra

Per cause ancora da chiarire, e su cui stanno indagando a fondo le autorità, la corda della gru ha ceduto, facendo precipitare la lastra di cemento, che è finita proprio addosso a Dragn Zelik. L’uomo è rimasto schiacciato e ucciso a causa dell’enorme peso della lastra.

Sul luogo della tragedia, l’ennesima degli ultimi giorni in un cantiere, sono giunti il personale del 118, i vigili del fuoco e i carabinieri del comando provinciale. Sono proprio questi ultimi che stanno portando avanti le indagini.

Nel frattempo, CGIL, CISL e UIL hanno deciso di proclamare uno sciopero generale di 8 ore a La Spezia per la giornata di mercoledì 16. Lo sciopero indetto dai sindacati vedrà il coinvolgimento di tutte le categorie.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!