Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo “Morirai come chiunque altro” e muore davvero: un operatore sanitario finisce sotto...

“Morirai come chiunque altro” e muore davvero: un operatore sanitario finisce sotto indagine

"Morirai come chiunque altro" e muore davvero: un operatore sanitario finisce sotto indagine
”Sicuramente un giorno morirai come chiunque altro”

Una donna che aveva chiamato il pronto soccorso dopo aver avuto un attacco di cuore si è sentita dire dall’operatore “morirai sicuramente come tutti gli altri”. Qualche ora più tardi, Naomi Musenga, 22 anni, morirà a causa di gravi insufficienze.

Durante la telefonata con l’operatore, durata 3 minuti, Musenga aveva lamentato forti dolori e che stesse “molto male”. Tuttavia, l’operatore le ha detto: “Sicuramente un giorno morirai, come tutti gli altri.”, e poi ,“Se non mi dico cosa sta succedendo, riaggancio”.

famiglia musengaLa vana corsa in ospedale e la difesa dell’operatore

Invece di inviare un’ambulanza, l’operatore le dà il numero di ‘SOS Médecins’ e le dice di chiamare un medico perché lei non può aiutarla.

Musenga riuscì a chiamare un medico, ma dovette attender 5 ore per essere ricoverata in ospedale, dove è stata colpita da un ictus che l’ha poi condotta alla morte per insufficienza cardiaca.

L’operatore telefonico si è fatto avanti per difendersi, insistendo sul fatto che la colpa non è sua, ma piuttosto puntando il dito contro le sue condizioni di lavoro.

La BBC ha citato il suo canale televisivo francese BFMTV: “Siamo costantemente sotto pressione. Posso stare al telefono per 2 o 3 ore senza mai alzarmi dalla sedia”.

Il suo avvocato ha detto che riceve circa 2.000 chiamate ogni giorno e che un mal di stomaco di solito non è considerata un’emergenza. Il caso è venuto alla luce solo perché la famiglia di Musenga ha preso in mano una registrazione della chiamata. L’operatore è stato sospeso ed è stata avviata un’indagine.

Mario Barba