Si congeda dal lavoro per assistere la madre ma va in vacanza a Dubai. Nei guai collaboratrice scolastica

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:26

madre dubai“Devo assistere mia madre”, ma vola a Dubai

Aveva detto a tutti che doveva allontanarsi dal lavoro per assistere l’anziana madre. Un gesto nobile, ma era tutta una farsa. E’ quanto accaduto in un istituto scolastico di Erba, in provincia di Como, dove una collaboratrice scolastica è finita nei guai con la giustizia per essersi congedata dall’impiego con una menzogna.

La donna, infatti, si era servita della legge 104 che consente ai dipendenti pubblici di usufruire di permessi per badare a parenti con handicap di particolare gravità. Fin qui nessun problema, se non fosse che la collaboratrice scolastica non si trovava affatto a fare assistenza alla mamma, ma bensì in vacanza a Dubai con tutta la famiglia.

La donna è ora accusata di truffa aggravata

A far calare il sipario sulla messinscena architettata dalla donna sono state le Fiamme Gialle del posto, che si sono recate presso un’agenzia di viaggi locale e hanno scoperto che la collaboratrice scolastica aveva acquistato un “pacchetto vacanze” per Dubai da “godersi” proprio nei giorni in cui aveva chiesto il congedo.

Va detto che la donna ha davvero la madre in uno stato di salute precario, ma come ben spiegato dalla legge il permesso e l’assenza dal lavoro devono essere direttamente collegati alla prestazione di assistenza e non utilizzati per scopi che non c’entrano nulla con la finalità. I finanzieri hanno provveduto a segnalare la vicenda alla Procura della repubblica di Como. La donna è ora accusata di truffa aggravata ai danni dello Stato.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!