Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo Violento terremoto nella ‘cintura di fuoco’, scossa M 6.2 nettamente avvertita

Violento terremoto nella ‘cintura di fuoco’, scossa M 6.2 nettamente avvertita

Una violenta scossa di terremoto a pochi chilometri di profondità, in un’area pericolosa dal punto di vista sismico. Il movimento tellurico, di magnitudo 6.2 della scala Richter, è stato individuato nell’arcipelago di Kermadec, nel nord della Nuova Zelanda, alle 19.22 del 17 maggio 2018, orario italiano. Un sisma la cui ipocentro è stata localizzata ad una decina di chilometri di profondità: un terremoto superficiale dunque che, pur essendo avvenuto in una zona del Pacifico piuttosto distante dalla terraferma, potrebbe essere stata nettamente avvertita da un gran numero di persone in Nuova Zelanda, in particolare nelle località a nord del Paese, generando non poca preoccupazione e paura.

Terremoto M 6.2, nessun allerta tsunami

L’Us Geological Survey (Usgs), che monitora l’attività sismica in tutto il mondo, ha confermato l’ipocentro in mare a 10 km di profondità. Il Pacific Tsunami Alerta Center non ha emesso alcun allerta tsunami in conseguenza del violento sisma, che non ha provocato danni a cose o persone. Le isole Kermadec, che si trovano tra la Nuova Zelanda e Tonga, sono disabitate ad eccezione del personale militare permanentemente presente sull’isola di Raoul e provvisto di stazione meteorologica e radio.

La pericolosa ‘cintura di fuoco’

In questa zona del Pacifico sono state registrate, negli ultimi mesi, una fitta serie di scosse di terremoto: ci troviamo infatti nel cosidetto ‘anello di fuoco’, una cintura vulcanica dalla forma a ferro di cavallo che si estende per oltre 40 mila chilometri ed è considerata l’area di vulcani attivi più pericolosa al mondo a causa del loro grande numero. Di questa cintura fanno parte anche le isole Hawaii funestate, nelle ultime settimane, dalle conseguenze dell’eruzione del vulcano Kilauea con decine di migliaia di evacuazioni e centinaia di case distrutte dalle lava fuoriuscita dalle numerose fessurazioni.

Daniele Orlandi