Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Branco di bengalesi sequestra e stupra una donna che attendeva l’autobus

CONDIVIDI

stupro bengalesi
Sequestrata e stuprata da un branco di bengalesi

Momenti terribili quelli vissuti da una donna violentata da un branco a Roma. Il fatto è avvenuto nella notte tra giovedì e venerdì. La 44enne si trovava alla fermata di Rebibbia in attesa di un autobus. Era circa l’una di notte, quando è sopraggiunta una Panda rossa con a bordo due persone straniere, probabilmente bengalesi. La donna è stata subito minacciata con un coltello e costretta a salire sulla vettura.

L’auto si è diretta verso una zona isolata, sotto un cavalcavia, a poca distanza dal casello dell’A1 di Guidonia. Qui i due sequestratori hanno abusato sessualmente della 44enne, violentata anche da altri due personaggi che nel frattempo si erano uniti. La donna, dopo la violenza subita, ha chiamato il 113 ed è stata immediatamente soccorsa e trasportata in ospedale.

“Temevo mi avrebbero ammazzata”

Ai medici e alle autorità ha raccontato di essere stata prelevata con la forza da due bengalesi, che l’hanno prima agganciata chiedendole indicazioni stradali per Tivoli e successivamente l’hanno costretta a salire sulla Panda rossa. La donna aveva appena staccato da lavoro e si trovava alla fermata dell’autobus. A detta della 44enne, i quattro stupratori erano visibilmente drogati e in elevato stato alcolico.

Oltre alla violenza sessuale, la donna ha raccontato di essere stata presa a morsi e picchiata con un coccio di bottiglia. “Pensavo che mi avrebbero ammazzata”, ha raccontato alle forze dell’ordine, che ora stanno cercando di risalire all’identità dei responsabili: al vaglio le immagini delle telecamere di sorveglianza per individuare la targa della vettura.