Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo Ultime Notizie di Cronaca Estera Si schianta contro un’auto e fugge senza aiutare i bambini rimasti intrappolati

Si schianta contro un’auto e fugge senza aiutare i bambini rimasti intrappolati

Ha lasciato tre bambini intrappolati in un’auto dopo un incidente nel quale è rimasto coinvolto per poi mentire alla polizia, dicendo la sua auto era stata rubata. L’incredibile episodio è avvenuto mentre l’uomo, Sam Horsfall, 29 anni, stava guidando la sua Land Rover sulla A59 nei pressi di West Marton, nel north Yorkshire: improvvisamente ha perso il controllo del mezzo, probabilmente a causa di una pozzanghera presente sul manto stradale, e ha colpito una Nissan Qashqai. Un impatto violento a seguito del quale David Rimmer, un altro passeggero ed i tre nipoti che viaggiavano con lui di 15, 12 e 10 anni, sono rimasti imprigionati nel veicolo; è stato proprio l’uomo a testimoniare contro Horsfall spiegando alla Bradfort Crown Court quanto era accaduto: “prometto che dirò di non averti visto, aiuta solo i miei bambini”, avrebbe implorato Rimmer ma l’uomo che ha provocato l’incidente, anzichè cercare di salvarli, si è girato ed è fuggito rifugiandosi in un campo vicino; poi, stando alla ricostruzione, avrebbe telefonato al 999, il numero delle emergenze, ma anzichè rivelare alla polizia dell’incidente avrebbe detto che la sua auto era stata rubata mentre lui si trovava ad una festa a Gisburn, nel Lancashire.

I bambini tratti in salvo da un vigile del fuoco fuori servizio

Sul posto, il primo ad arrivare è stato un vigile del fuoco fuori servizio che si è trovato davanti due auto quasi completamente distrutti, ed uno dei quali anche a rischio di incendio. Fortunatamente, dopo che i bambini sono rimasti intrappolati per circa 90 minuti, è stato possibile estrarli dal veicolo insieme all’autista, che ha riportato lesioni dichiarate potenzialmente letali quali diverse emorragie interne e fratture alla rotula, alla caviglia e a una gamba. Anche il passeggero ed i nipoti sono rimasti feriti, uno di loro ha riportato la frattura dello sterno, oltre al pesantissimo trauma psicologico che ha interessato tutti e tre per molto tempo.

La confessione, l’arresto e la condanna

Quando la polizia ha raggiunto l’autore del sinistro nella sua casa di Wigglesworth, vicino a Settle, alle 5:30 del mattino seguente, l’uomo ha nuovamente ripetuto la sua bugia dicendo che il veicolo era stato rubato; ma la polizia è riuscita a farlo confessare e arrestarlo: a quel punto Horsfall ha spiegato di aver mentito perchè nel panico, preoccupato e spaventato. Il suo legale ha detto che il cliente ha provato rimorso per il suo egoismo e ha riconosciuto la sua ‘ridicola e stupida’ decisione di mentire alla polizia. Il giudice Jonathan Rose ha sottolineato che, fuggendo, Horsfall ha lasciato cinque persone ferite senza sapere se fossero vive o morte: “non solo sei scappato, hai detto che la colpa era di qualcun altro”. Per questo è stato condannato a dieci mesi di reclusione e bandito dalla guida per un anno dalla scarcerazione.

Daniele orlandi