Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo La sposa bambina che ha ucciso il suo stupratore rischia di essere...

La sposa bambina che ha ucciso il suo stupratore rischia di essere impiccata 

La sposa bambina che ha ucciso il suo stupratore rischia di essere impiccata
Foto d’archivio

18enne condannata a morte: si era difesa dallo stupratore 

Lei, Noura Hussein, ha solamente 18 anni ed è stata condannata a morte. La ragazza è sudanese, ed è stata costretta a sposarsi con l’inganno a 16 anni, con un uomo che neppure conosceva.

La ragazza è stata poi violentata da quest’uomo, e nel tentativo di difendersi lo ha accoltellato, ferendolo a morte.
Noura Hussein, appena avvenuto il fatto, è andata dai genitori per raccontarlo: ma il padre e la sua famiglia, che l’avevano ingannata per farla sposare con quest’uomo, l’hanno consegnata alla polizia.

La giovane è stata condannata a morte. Infatti il tribunale ha applicato una legge del 1991 secondo la quale non esiste lo stupro coniugale, quindi quello di Noura sarebbe un semplice caso di omicidio.

Ora Noura Hussein è in prigione, è stata condannata  all’impiccagione: la famiglia dell’uomo morto si è rfiutatata di accettare un risarcimento come “prezzo del sangue”, vale a dire una somma di denaro da pagare loro per la morte del figlio che salverebbe Noura dall’esecuzione.

Il legale di Noura arrestato 

La famiglia di Noura Hussein le ha voltato le spalle, mentre il suo avvocato che la segue gratuitamente, Adel Mohamed Al-Imam, è stato arrestato dalle autorità sudanesi mercoledì mattina nel suo studio a Omdurman. Secondo Imam le autorità vogliono impedire la conferenza stampa sulla ragazza e non vogliono altre attenzioni sul suo caso.

I legali della 18enne hanno preparato un ricorso per chiedere di ribaltare la sentenza, ma l’appello è a rischio.
Per questo vi chiediamo di firmare la petizione di Amnesty International rivolta alle autorità sudanesi perché non condannino a morte una giovane per quanto accaduto.

https://www.amnesty.it/appelli/salviamo-noura-hussein/