Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Getta la figlia dal viadotto, quelle parole per attirarla in trappola: “Vieni, papà ti fa una sorpresa”

CONDIVIDI
L’uomo sul cavalcavia

I contorni della tragedia di Francavilla

Con l’inganno ha portato con sè la figlia della convivente (morta nel pomeriggio all’ospedale), per gettarla giù dal viadotto dell’A14 a Francavilla.
La tragedia di ieri, quando un uomo di 49 anni, Fausto Filippone, dirigente della Brioni, ha gettato la bambina della convivete dal viadotto prima di suicidarsi, assume tinte molto fosche.

In primis perché in mattinata una donna di Francavilla al Mare, Marina Angrilli di 42 anni, è stata portata in ospedale da Filippone (suo convivente) con gravi ferite. La donna sarebbe caduta dal secondo piano del suo appartamento e nel pomeriggio è deceduta.
Il fatto è avvenuto nella mattina di ieri, i sanitari hanno detto che Filippone ha dato generalità false ai medici. Il sospetto è che potrebbe aver gettato egli stesso la donna dal balcone.

L’omicidio della piccola e il suicidio 

Poi avrebbe preso la bambina, la figlia di Marina, Ludovica di 12 anni, e l’avrebbe portata con sè con l’inganno, dicendole che c’era una sorpresa. Arrivato sul viadotto Alento della A14, frazione Coderuto, ha accostato la macchina, è passato in un piccolo spazio nella rete del guard rail ed ha gettato la povera Ludovica da 40 metri di altezza. La ragazzina è morta sul colpo. Forse, ipotizza qualcuno, la bambina è stata drogata, perché quando è stata gettata dal cavalcavia non ha emesso alcun grido: l’autopsia chiarirà questo ennesimo, tetro dettaglio.

Sette ore dopo, sette ore di tentativi dei mediatori di parlare con l’uomo e di cercare di avvicinarsi al corpo della piccola, il 49enne si è gettato dal viadotto morendo sul colpo, a poca distanza dal corpo della figlia.
Ora tocca agli inquirenti tirare i fili della matassa di questa giornata di sangue.