Home Tempi Postmoderni Scienze Il cancro nei bambini può essere causato dall’eccessiva igiene

Il cancro nei bambini può essere causato dall’eccessiva igiene

bambini cancro

Bimbi senza infezioni? Rischiano il cancro

Tenere le proprie case il più pulite possibile per proteggere i bambini piccoli da qualsiasi infezione è senz’altro un’iniziativa lodevole. Ma stando ad una ricerca durata più di 30 anni, questa pratica scatenerebbe addirittura il cancro nei bimbi.

La leucemia acuta nell’infanzia, a detta del prof. Mel Greaves, non ha nulla a che fare con le linee elettriche o il combustibile nucleare, nè tantomento con hot dog e hamburger. Greaves, che di recente ha vinto la prestigiosa Royal Medal della Royal Society, afferma infatti che il cancro è causato da una combinazione di mutazioni genetiche e una mancanza di infezione infantile.

La leucemia linfoblastica colpisce un bimbo su 2000

La buona notizia, dice Greaves, è che questo tipo di cancro può essere prevenuto. E una parte della risposta potrebbe essere quella di garantire che i bambini di età inferiore a un anno abbiano un contatto sociale con gli altri, possibilmente negli asili nido.

Greaves, dell’Istituto di ricerca sul cancro di Londra, ha raccolto prove per decenni sulla leucemia linfoblastica acuta (LLA), che colpisce un bambino su 2000. Negli anni ’50 e ’60 era praticamente letale: oggi, invece, il 90% dei bambini riesce a guarire, sebbene il trattamento sia piuttosto lungo e non sono escluse conseguenze a lungo termine.

Secondo il prof, affinche il sistema immunitario funzioni correttamente, i bimbi devono contrarre batteri o virus benigni nel loro primo anno di vita. Se ciò non avviene, c’è il rischio di poter sviluppare una seconda mutazione genetica che renderà i piccoli sensibili al cancro.