Home Spettacolo Cinema

“Ti ammazzo…”: la storia di quando Brad Pitt minacciò Weinstein

0
CONDIVIDI

pitt paltrow
”Brad Pitt? Un vero eroe”

In diretta all’Howard Stern Show, l’attrice americana Gwyneth Paltrow descrive il suo fidanzato di allora, Brad Pitt, come un “vero eroe”.

La star americana racconta di quando Brad minacciò il produttore americano Harvey Weinstein dicendogli: “Se fai stare male ancora Gwyneth ti uccido!”. In quel periodo Brad Pitt e la Paltrow erano innamorati e quest’ultima gli aveva confessato di aver ricevuto delle sgradite e pesanti avances sessuali da parte del produttore.

Lo scontro fra i due avvenne nel 1995, alla prima della pièce teatrale “Hamlet” a Broadway, con Ralph Finnes e Damian Lewis.

All’epoca Gwyneth Paltrow aveva solo 22 anni e aveva appena firmato per essere la protagonista del film dei fratelli Weinstein “Emma”. Quella sera a teatro, Brad avvicinò il produttore cinematografico senza esitazioni minacciandolo in modo irruento.

E’ stato il migliore, fare questo per me quando ancora non avevo fama o potere”.

paltrow weinsteinL’adescamento di Harvey Weinstein

Harvey Weinstein aveva invitato la giovane attrice in un albergo a parlare del film; dopo averla massaggiata per un po’ le chiese di seguirlo nella sua camera d’albergo.

La Paltrow a quel punto scappò via ma era rimasta scioccata dall’atteggiamento di quello che chiamava “il buon zio Harvey”.

Weinstein le fece promettere di non rivelare a nessuno dell’accaduto, chiedendolo in maniera decisamente “brutale”. L’unica persona a cui lo rivelò fu Brad Pitt.

Gwyneth è riuscita a mantenere questo segreto per tantissimi anni ma adesso che è scoppiato il caso Weinstein ha creduto giusto il momento per raccontare ciò che le era accaduto.

Siamo in un momento in cui le donne hanno bisogno di inviare un chiaro messaggio che questo modo di trattare le donne è finito”.

Mario Barba