Home Notizie di Calcio e Calciatori Reina e i rapporti con la camorra: “Per me erano persone normali”

Reina e i rapporti con la camorra: “Per me erano persone normali”

Entro poche settimane, la data stabilita è quella del 30 giugno, Pepe Reina sarà a tutti gli effetti un nuovo giocatore rossonero. Ma il neo acquisto del Milan sta facendo parlare di sè per alcune dichiarazioni rilasciate, come persona informata sui fatti, davanti ai pm che indagano sui rapporti tra mondo del calcio e camorra. Come riportato da Il Mattino, lo spagnolo dei Napoli, già deferito dalla prrocura Figc per i suoi rapporti con i fratelli Esposito, avrebbe parlato di loro ai pm partenopei definendoli “persone normali” e aggiungendo: “Mi furono presentati come imprenditori nel settore dei giocattoli e sapevo che erano sponsor del Napoli. Non so chi li abbia introdotti nel Napoli. Poi ho appreso, frequentandoli, che avevano anche altre attività”.

Reina, ho continuato a frequentare gli Esposito dopo il loro arresto

Alcune domande sono state rivolte a Reina anche in merito a presunti affati con gli Esposito: “non ho mai ritenuto – ha replicato il neo milanista – di partecipare alle attività dei fratelli Esposito né mi è mai stato proposto da loro. Gabriele mi ha solo parlato di un progetto di aprire un locale a Ibiza quest’estate”. Per poi ammettere di aver continuato ad avere rapporti con loro anche successivamente all’arresto: “Dopo il loro arresto del 22 giugno 2017 – ha detto il calciatore – ho continuato a frequentarli, per me erano persone normali. Li frequentavo a cena e a Ibiza quando venivano. Erano amici e quando furono scarcerati la prima volta concessi loro il dubbio che non fossero persone cattive”.

Daniele Orlandi