Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica

“Se si torna alle elezioni, prendono l’80%”: la rivelazione di D’Alema

0
CONDIVIDI

Lo ‘scontro’ tra il ‘quasi’ nuovo governo di Movimento 5 Stelle e Lega ed il Capo dello Stato Mattarella sulla scelta del ministro dell’Economia travolge anche i partiti usciti sconfitti dalle ultime elezioni. Con un Massimo D’Alema visibilmente preoccupato in un fuorionda ‘rubato’ che in queste ore sta facendo il giro del web: pizzicato a scambiare quattro chiacchiere con l’ex presidente del Senato Pietro Grasso in ocasione dell’assemblea nazionale di Liberi e Uguali a Roma, D’Alema ha infatti espresso una certa preoccupazione qualora si dovesse tornare a nuove elezioni in seguito al veto all’economista Paolo Savona.

Carroccio rafforzato in caso di nuove elezioni? parla D’Alema

Nel fuorionda catturato dall’Agenzia Vista, lo si sente dire: “Se torniamo alle elezioni per il veto a Savona, Salvini piglia l’80%”, parole che fanno chiaramente riferimento alla possibilità, per la Lega di Salvini, di uscire rafforzata dallo scontro con Mattarella. Del resto appare chiaro che il veto del presidente della Repubblica sul nome proposto da Salvini potrebbe addirittura far saltare il tavolo faticosamente costruito con i grillini. Ma questo, almeno secondo D’Alema, non farebbe altro che agevolare il Carroccio in ipotetiche nuove elezioni. Alle sue parole fanno eco, nel breve filmato diffuso su web, quelle di Grasso finchè l’ex Ds chiude con un “speriemo bene” non poco preoccupato.

Daniele Orlandi