Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Donna in spiaggia sospettata di essere ubriaca: poliziotto la picchia violentemente- VIDEO

0
CONDIVIDI

Una storia di violenza inaudita che coinvolge due membri delle Forze dell’Ordine arriva dal New Jersey. Una giovane donna, Emily Weinman (20 anni), è stata fermata perché sospettata di essere ubriaca. Poi, l’incredibile epilogo: il poliziotto non si è limitata a fermarla ma l’ha picchiarla con violenza.

La donna fermata perché ubriaca: il test afferma il contrario

Il poliziotto colpevole del pestaggio è stato identificato attraverso i video girati dalle videocamere degli smartphones delle persone presenti nella zona al momento del fatto. La ragazza, tra l’altro anche madre di un bimbo, è stata sospettata di aver bevuto alcolici in spiaggia e per questo è stata immobilizzata dai due, il suo corpo è stato sbattuto sulla spiaggia ed è stata tratta in arresto. Quando, però, Emily Weinman si è sottoposta all’alcoltest i risultati sono stati negativi. La giovane donna ha reagito con veemenza alle accuse ingiuste che le sono state mosse, affermando che la Polizia avrebbe potuto impiegare meglio il suo tempo: a quel punto sarebbe scattata, nei suoi confronti, l’inaudita violenza dell’agente che ha iniziato a picchiarla.

Per Emily Weinman pugni alla testa

Dinanzi ad una spiaggia gremita di gente, in procinto di festeggiare il Memorial Day, Emily Weinman è stata sopposta a delle violenze non autorizzate ed inaudite. Il tutto è avvenuto sotto gli occhi del figlioletto, che si sente urlare nel video. Emily è stata ripetutamente colpita alla testa con violenti colpi e più volte ha cercato di difendersi verbalmente affermando di non aver fatto niente di ingiusto e che il poliziotto le stesse facendo qualcosa di non permesso. Finito l’incubo, la donna si è sfogata pubblicando su Facebook un post e un video. Ecco parte del contenuto del post di Emily Weinman: “(…) Sono stata sottoposta al test  ed è risultato negativo. Ho detto loro che non stavo bevendo e che l’alcool era chiaramente chiuso/sigillato, cosa che i poliziotti hanno visto.
Ho chiesto loro se non avessero avuto di meglio da fare come poliziotti rispetto a non impedire alle persone minorenni di bere sulla spiaggia, dicendo che ci sono cose molto più gravi in ​​atto. (…)”. Emily ha anche aggiunto di essere stata placcata con così tanta forza da essere svenuta e da pensare che sarebbe soffocata per come la teneva ferma il poliziotto che l’ha colpita alla testa. I poliziotti responsabili appartengono al dipartimento di Polizia di Wildwood e adesso ci sarà un’inchiesta sul loro operato.

Maria Mento