Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Napoli, incidente mortale nei Quartieri Spagnoli: presi in ostaggio i soccorritori del 118

CONDIVIDI

Un ragazzo di 17 anni ha perso la vita in un incidente stradale avvenuto nei Quartieri Spagnoli di Napoli. Il soccorso, inutile, portato al ragazzo si è però tinto ancor più di giallo: gli amici della vittima hanno letteralmente sequestrato l’ambulanza e minacciato i sanitari.

Napoli, ambulanza e sanitari sequestrati

L’incidente stradale ha coinvolto due mezzi a due ruote e ha avuto un epilogo drammatico: il 17enne a bordo di una moto è morto mentre un secondo uomo (di anni 45), che si trovava a bordo dell’altro mezzo, è stato ricoverato in rianimazione. Il dramma, avvenuto a Montecalvario (una zona dei Quartieri Spagnoli), si è tinta di foschi dettagli di stampo malavitoso quando alcune persone, a bordo di uno scooter, si sono presentate all’Ospedale Vecchio Pellegrini e- minacciando i sanitari– hanno preteso che un’ambulanza si recasse immediatamente sul luogo dell’incidente. Non contente, queste persone hanno caricato una barella qualsiasi sull’ambulanza (facendo la cosa in modo maldestro e creando danni al mezzo) e hanno sequestrato l’ambulanza con tanto di dell’autista dell’Asl che è partito insieme a loro. Questo avveniva parallelamente all’invio di due ambulanze, mandate sul luogo dopo la chiamata di soccorso ricevuta dal 118 verso le 23:09 della domenica appena trascorsa. La scena che si sono trovata davanti i sanitari ha a dir poco dell’incredibile: circa un centinaio di persone li hanno quasi aggrediti, inveendo contro, e poi li hanno scortati in scooter fino all’ospedale. Al Vecchio Pellegrini è finita la folle corsa di questi sequestratori, che sono stati contrastati da alcune pattuglie della Polizia.

“Nessuno tocchi Ippocrate” ha denunciato il sopruso

La denuncia di medici e sanitari per quanto accaduto è arrivato tramite la pagina Facebook “Nessuno tocchi Ippocrate”, l’associazione che si occupa di tutelare il personale sanitario all’atto dello svolgimento del loro lavoro. Ecco quanto si legge in parte del post pubblicato dall’associazione: “(…) Parallelamente Una folla inferocita, testimone dell’incidente, giunge, con una flotta di scooter, all’interno del parcheggio del pronto soccorso del Vecchio Pellegrini e sequestra letteralmente la prima ambulanza che capita a tiro, in sosta in attesa di recuperare la propria barella occupata da un paziente prelevato in un intervento precedente. (…)” (a questo link il post completo). L’associazione ha voluto mostrare tutta la rabbia dei sanitari del 118 che sono stanchi di rischiare la vita nel legittimo esercizio delle loro funzioni lavorative.

(Foto d’archivio)

Maria Mento