Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Comprano tonno rosso da un ambulante e restano intossicati. Uomo colto da infarto

CONDIVIDI

tonno
Mangiano tonno rosso, ricoverati in ospedale

Intossicati dopo aver mangiato del tonno rosso. E’ quanto accaduto in provincia di Palermo, dove un uomo è stato addirittura colto da infarto in seguito all’ingerimento del pesce andato a male.

Nel pronto soccorso dell’ospedale Cervello, dove il cardiopatico si trova attualmente ricoverato nell’Unità coronarica, si sono recati altri cinque pazienti che lamentavano nausea e gli altri sintomi classici che insorgono in seguito ad un’intossicazione alimentare. Tutti e cinque sono stati dimessi nel giro di 24 ore.

Nel pesce avariato dosi elevate di istamina

Più gravi le condizioni di altre due donne, madre e figlia di 62 e 32 anni, ricoverate all’Ospedale Civico del capoluogo siciliano.

Stando alle prime indagini effettuate dalle forze dell’ordine, sembra che tutte le vittime abbiano acquistato il tonno rosso avariato da un ambulante. I primi sei avevano completato il loro acquisto sull’Isola delle Femmine, mentre le due donne in piazza Torrelunga, a Palermo.

Il sospetto è che il pesce andato a male potesse contenere dosi elevate di istamina, una sostanza tossica. Se questa viene ingerita in quantità elevate può causare la sindrome sgombroide, che si manifesta con i sintomi della comune allergia: i più evidenti sono prurito, pelle arrossata, mal di testa, infiammazione orale, diarrea, nausea e crampi all’addome. Nei soggetti vulnerabili, come appunto anziani e cardiopatici, può causare anche il decesso.