Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca Quanti danni fa il Viagra! 77enne condannato per stalking

Quanti danni fa il Viagra! 77enne condannato per stalking

Quanti danni fa il Viagra! 77enne condannato per stalking
77enne condannato per stalking

Un uomo di 77 anni e una donna di 74, entrambi vedovi, si erano conosciuti e innamorati come tutte le persone.

In seguito il rapporto è diventato morboso a tal punto da sfociare in denunce e processi, l’ultimo dei quali conclusosi proprio due giorni fa al Tribunale di Forlì.

La sentenza ha emesso la condanna a 5 mesi di carcere e 5.000 euro di risarcimento, ai danni del vedovo accusato di stalking.

La vicenda

I due anziani si sono incontrati nel 2015 e da subito è iniziata un’attrazione molto forte che li ha portati a progettare di vivere insieme in una casa a Meldola, in provincia di Forlì.

Tutto sembrava procedere a gonfie vele; mobili acquistati, conto corrente condiviso e tanto altro, fino a che l’uomo, operaio in pensione, ha iniziato a manifestare una gelosia piuttosto accentuata, tanto da sfociare in violenza alle volte.

Sempre secondo le parole della donna 74enne, l’uomo avrebbe iniziato a ‘monitorare’ la sua vita, dalle amicizie alle frequentazione di negozi o locali.

La donna, allora, avrebbe voluto finire la storia d’amore diventata oramai ingestibile ma, l’anziano vedovo avrebbe cominciato a minacciarla e perseguirla tanto da spingere la donna a denunciarlo.

Mi seguiva in continuazione, al supermercato, dal fornaio. Mi minacciava mimando col dito la pistola, oppure il taglio della gola, se non fossi tornata insieme a lui. Non tollerava la fine del rapporto, era troppo geloso e violento”.

La condanna

L’uomo è stato così processato e condannato per il reato 612 bis a cinque mesi di reclusione e un’ammenda di 5.000 euro da versare nel conto della vedova.

Nonostante ciò, nel corso di questi anni, l’anziano signore non ha smesso di perseguitare e minacciare la donna.

In paese qualcuno ha osservato: “Ma quanti guai fa, quella pillolina azzurra… Di certo ha reso troppo focosi molti nonni che prima, al massimo, giocavano a carte”.

Mario Barba