Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Arrestato in Iraq il profugo accusato di aver violentato e ucciso una 14enne tedesca

CONDIVIDI
La vittima Susanna F. e il presunto killer e stupratore Ali Bashar

Ali Bashar era fuggito in Iraq dopo il delitto 

Il 20enne iracheno Ali Bashar, accusato di aver violentato, ucciso e seppellito la 14enne tedesca Susanna F., è stato catturato in Iraq. L’uomo è stato accusato di aver ucciso la ragazza dopo averla stuprata, poco distante da Magonza. Il corpo della giovane è stato identificato solo giovedì; la giovane era scomparsa di casa il 22 maggio.

Per il delitto sono stati accusati il 20enne iracheno ed un 35enne turco. Ali Bashar, già accusato da una ragazzina irachena di 11 anni di violenza sessuale, dopo l’omicidio è fuggito in Iraq con tutta la famiglia cercando di sfuggire alla cattura.

All’assassino era stato rifiutato l’asilo in Germania

Il ministro degli Interni tedesco Horst Seehofer, nel corso di una conferenza stampa a Berlino, ha annunciato la cattura del fuggitivo. “Si tratta di un buon risultato della collaborazione fra le forze di sicurezza curda e la polizia tedesca”. L’iracheno è accusato di aver violentato la ragazza, di averla strangolata e di aver nascosto il corpo in una fossa con delle erbacce.

Ali Bashar arrivò in Germania nel 2015 con precedenti penali, gli era stato negato l’asilo e il suo avvocato aveva presentato ricorso. Così la famiglia di Ali Bashar e lui stesso erano potuti rimanere. Giovedì scorso l’uomo era fuggito con la famiglia in Iraq grazie ad un lasciapassare dell’ambasciata.