Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Ferisce il collega con un coltello e lui lo uccide: agente indagato per omicidio colposo

CONDIVIDI

omicidio colposo a Genova commesso da un agente di polizia

Genova. Un giovane uomo ecuadoriano di 20 anni è stato ucciso ieri da un poliziotto in seguito ad un’aggressione con un coltello commessa ai danni di un collega. Gli agenti, a quanto sembra, si erano recati in casa del ragazzo per rispondere ad una richiesta d’aiuto lanciata dalla madre della vittima.

Il poliziotto intervenuto per sedare una lite in famiglia

Jefferson Tomalà, questo il nome del ragazzo ecuadoriano, stava pesantemente minacciando il suicidio e la madre ha chiamato la Polizia nel tentativo di dissuaderlo. Secondo quanto appreso dal racconto della donna, il giovane si è barricato in camera sua, si è messo a letto coprendosi con il lenzuolo, sotto il quale ha celato un grosso coltello. Proprio con quel coltello, a suo dire, si sarebbe suicidato. Gli agenti intervenuti hanno dapprima cercato di convincerlo salvo poi decidere di chiamare il medico per effettuare un trasporto coatto in struttura ospedaliera. A questo punto si è scatenata la furia del ventenne che ha usato il coltello per ferire uno degli agenti. Un collega ha tentato la difesa sparando e uccidendolo sul colpo. L’agente ferito è stato trasferito in gravissime condizioni (da codice rosso) all’ospedale San Martino di Genova e qui è stato operato.Il Pubblico Ministero ha disposto l’autopsia sul corpo del giovane defunto e verrà anche effettuata una perizia balistica per accertare al meglio le dinamiche della sparatoria e per verificare le testimonianze degli agenti.

Genova, l’indagine aperta per omicidio colposo è un “atto dovuto”

Il poliziotto che ha agito in difesa della sua vita, e di quella del collega, è adesso indagato per omicidio colposo. Per lui non dovrebbero esserci molti rischi, proprio perché ha agito non con la volontà di uccidere ma con quella di difendersi, e la Procura ha fatto sapere che l’apertura del fascicolo per omicidio colposo è comunque “un atto dovuto” che consentirà all’agente indagato di essere difeso da un legale e di nominare un perito esperto. L’agente è anche accusato di eccesso colposo nell’uso delle armi.

Maria Mento