Home Tempi Postmoderni Curiosità

Quante atomiche servirebbero per distruggere l’Italia? Ecco i nostri calcoli

CONDIVIDI

Quante testate nucleari ci vorrebbero per annientare la popolazione Italiana?

Un recente studio britannico ha dimostrato che il lancio di 100 testate nucleari sulle città cinesi con più alta densità abitativa causerebbe un numero di morti pari a 30.000.000 di abitanti solo a causa dell’esplosione delle bombe, a cui andrebbero aggiunti quelli che morirebbero successivamente. Il risultato, dunque, sarebbe di gran lunga più dannoso di quello dell’improvviso scoppio di una pandemia.

Immaginiamo adesso di trasporre lo studio all’Italia per capire quante testate nucleari servirebbero per annientare la popolazione. Considerando che la nostra nazione è abitata da 60.497.174 di persone e che la densità abitativa è di 200,76 ab./km² , di molto inferiore a quella di una città come Pechino (1 280,62 ab./km²) è probabile che per ottenere lo stesso numero di morti siano necessarie il doppio delle testate e per uccidere tutta la popolazione con la sola deflagrazione probabilmente anche il triplo.

Un attacco nucleare su larga scala è altamente sconsigliabile

Lo studio dimostra anche che un simile attacco nucleare con il lancio in contemporanea di 100 testate dal suolo (ad esempio) americano avrebbe grosse conseguenze ambientali non solo per la nazione colpita dall’attacco, ma anche per quella che fa partire i missili: nello studio viene sottolineato che il lancio di 1000 testate dal suolo americano avrebbe effetti 50 volte più gravi di quelli causati dall’attacco terroristico alle Torri Gemelle, causando quindi una perdita di vite non tollerabile, né giustificabile.