Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Aggressione all’interno di un negozio: adolescente colpito brutalmente con un machete- VIDEO

CONDIVIDI

Aggressione di Lisandro Guzman-FelizUn adolescente di soli 15 anni si trovava all’interno di un negozio di New York quando è stato brutalmente attaccato da un gruppo di teppisti che lo hanno ucciso a colpi di machete dopo averlo trascinato in strada. Dell’aggressione, avvenuta lo scorso mercoledì sera, è stata diffusa la ripresa effettuata dalle telecamere di sorveglianza.

L’aggressione avvenuta in un negozio di New York

La brutale aggressione, diventata omicidio con la morte del giovane aggredito, è avvenuta in una delle zone più malfamate di New York: il Bronx. La vittima è il quindicenne Lesandro Guzman-Feliz, ragazzo di origini latine almeno stando alle indicazioni fornite dal suo nome. Il giovanissimo, ignaro di quello che stesse per succedergli, si trovava all’interno della drogheriaCruz & Chiky” quando altri due ragazzi lo hanno trascinato in strada tirandolo dal cappuccio della sua felpa. Sul marciapiede attendeva un terzo ragazzo che con l’aiuto degli altri tre ha iniziato a colpire Lesandro Guzman-Feliz con un machete. I quattro sono poi fuggiti lasciando la vittima agonizzante. Per il giovane non c’è stato nulla da fare: si è spento, a pochi passi da una struttura ospedaliera, a causa del dissanguamento causato dai colpi di machete (soprattutto quelli inferti nella zona del collo). I media hanno raccolto la straziante testimonianza della madre, la signora Leandra Feliz (48 anni): “Era il mio angelo. Era un bambino dolce. Ma hanno ucciso mio figlio come se fosse spazzatura.”

C’è il video delle telecamere di sorveglianza

Nel video reso pubblico, che dura soli 18 secondi ed è stato opportunamente censurato, si vede il ragazzo che viene trascinato sul marciapiede da quelli che sembrano essere due sue coetanei di sesso maschile. Un terzo- quello che brandisce il machete- entra poco dopo nell’inquadratura video ed inizia a colpire la vittima. Alla banda si unisce anche un quarto aggressore che colpisce Guzma-Feliz con dei pugni. Dopo una serie di colpi i quattro si danno alla fuga lasciando il ragazzo a terra. Tre degli aggressori- che la vittima forse conosceva- erano muniti di cappellino. La polizia sta indagando su quanto successo al giovane e per il momento si sospetta che un video hard abbia scatenato l’omicidio. Il ragazzo protagonista del video somiglia molto a Lesandro Guzman-Feliz. La soluzione del caso potrebbe essere spiazzante: il ragazzo potrebbe essere stato vittima di uno scambio di persona e, se così fosse, avrebbe perso la vita al posto di qualcun altro.

Maria Mento