Studenti della Bocconi vendono il proprio corpo sui siti di incontri

bocconi
Bocconiani vendono il proprio corpo online

Vendere il proprio corpo sul web per permettersi gli studi alla Bocconi. E’ quanto denunciato da Dagospia, la pubblicazione web diretta da Roberto D’Agostino, che è riuscita a scoprire questo incredibile giro.

Stando a quanto emerso dal sito, sarebbero molti gli studenti “bocconiani” ad intraprendere questa pratica su diversi portali di incontri per soli uomini. Molti annunci si possono trovare anche su Bakeca, nella sezione “Milano – uomo cerca uomo”.

Molti provengono da fuori regione

“Matricola alla Bocconi offre a maturo benestante bocca e lato b. Io passivo versatile. Contatto immediato via email. Solo Milano e limitrofi”: questo annuncio è solo uno dei tanti che si possono trovare sui siti in questione. Come riportato da Dagospia, la maggior parte degli studenti lo fanno più per potersi permettere lo “stile” dell’universitario della Bocconi, notoriamente caratterizzato da un abbigliamento che fa tendenza.

Molti di questi studenti che scelgono questa pratica provengono da altre Regioni, alcuni dei quali anche dal Mezzogiorno. Uno dei suddetti annunci recita infatti: “Bocconiano fuori corso del Sud si offre per 50 rose a coppie di soli uomini amanti della dominazione”. Offerte più che chiare, dedicate a tutti coloro che hanno voglia di divertirsi e di provare sensazioni forti.