Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Nuota in un bacino idrico e affoga. Subito soccorso, muore in ospedale

CONDIVIDI

bacino
Nuota nel bacino idrico e muore

Un giovane di 20 anni è morto dopo essersi recato a nuotare in un bacino idrico. I membri dell’equipaggio di emergenza sono stati chiamati per un intervento ad Audenshaw Reservoir al largo di Kings Road, a Manchester, giovedì intorno alle 15,20. L’allarme era stato lanciato in seguito alla segnalazione di un uomo in difficoltà. L’uomo è stato subito soccorso e curato sul posto dai paramedici prima di essere portato in un ospedale. Ma per lui non c’è stato nulla da fare.

Becky Stokes, che ha cercato di salvare la vita al giovane, ha scritto su Facebook: “Oggi ho visto annegare un ragazzo di 20 anni nella riserva di Audenshaw. Non sai mai quanto può essere pericoloso finché non assisti con i tuoi occhi”.

E’ il terzo caso in una settimana

All’interno del serbatoio è severamente vietato praticare del nuoto. “Questa non è un’area in cui è permesso nuotare – hanno spiegato le autorità – dati i potenziali rischi per la vita umana. Non è la prima volta che si verificano situazioni così tragiche”.

Già all’inizio di questa settimana una donna è annegata mentre nuotava al largo della costa di Eastbourne, sulla costa meridionale. Nella giornata di lunedì, invece, il corpo del tredicenne Ryan Evans è stato ritrovato nel lago di Westport. Nelle scorse settimane altri due giovani sono morti a poche ore di distanza mentre nuotavano nei bacini artificiali di Manchester e Bolton.