Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

“Luna di sangue”: sta arrivando l’eclissi totale più lunga (e attesa) del secolo

CONDIVIDI

L’unico satellite della Terra, cioè la Luna, si “sta preparando” ad uno degli eventi astronomici più attesi del secolo. Un’eclissi di Luna come non ce ne saranno per i prossimi 100 anni o quasi. Per ben 103 minuti la Luna verrà totalmente oscurata a causa dell’ingresso nel cono d’ombra originato dall’allineamento con la Terra.

La “Luna di sangue” è prevista per la notte tra il 27 e il 28 luglio

La data tanto attesa si sta avvicinando, e forse è il caso che la segniate in agenda: la notte tra il 27 e il 28 luglio. Il cielo si tingerà di rosso e per circa un’ora e venti minuti la Luna sarà coinvolta in un’eclissi totale che non si verificherà di nuovo, se non tra un secolo o poco più. Quello che andrà “in onda” a fine mese nei nostri cieli è uno spettacolo che ha già un nome altamente evocativo: la “Luna di Sangue”.

Il fenomeno, in totale, durerà circa cinque ore: si partirà con un’eclissi parziale dalle ore 20:24 (ora italiana) del 27 luglio, per poi approdare ad un’oscurità totale che raggiungerà l’apogeo alle ore 22:22, e tornare infine ad un’eclissi parziale- dovuta alla lenta uscita del satellite dal cono d’ombra- che cesserà definitivamente intorno alle ore 01:28 della notte. Inoltre, la Luna che vedremo in quest’occasione ci sembrerà più piccola del normale. Ciò sarà dovuto al fatto che alle ore 07:45 del 27 luglio il satellite verrà a trovarsi alla sua distanza massima dalla Terra (406.222 chilometri).

Il 31 luglio ci sarà l’opposizione di Marte

L’eclissi totale di Luna non sarà l’unico fenomeno che ci permetterà di alzare gli occhi verso la volta celeste. Il 31 luglio sarà la volta di Marte, che dopo 15 anni tornerà ad occupare la sua posizione di distanza minima dalla Terra (ed anche dal Sole). Marte sarà quindi visibile in cielo ed avrà le dimensioni di una stella poco più luminosa di altre. Di questa opposizione perielica del pianeta rosso avevamo già parlato (qui il link al nostro articolo).

Maria Mento