Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

92enne spara al figlio: non accettava la sua decisione di metterla in un ospizio

CONDIVIDI

Spara al figlio perché voleva portarla a vivere in un ospizio

Anna Mae Blessing (92 anni, dell’Arizona) non accettava la decisione del figlio di portarla a vivere in un ospizio quindi prima che potesse farlo ha escogitato una vendetta nei suoi confronti. Domenica scorsa l’uomo si trovava in casa della madre con la fidanzata, la madre si è introdotta nella camera da letto dove stava dormendo il figlio con due pistole nella vestaglia. Dopo aver controllato che questo fosse ancora addormentato ne ha presa una ed ha fatto fuoco uccidendolo.

Il frastuono dello sparo ha allertato la fidanzata dell’uomo che immediatamente si è diretta verso Blessing per cercare di disarmarla prima che le potesse sparare. La donna è riuscita a disarmarla, ma questa ha uscito la seconda pistola ed ha fatto fuoco, ma senza riuscire a colpirla. Dopo la lotta, la donna si è seduta ed ha puntato la pistola alla testa, ma non è riuscita a fare fuoco.

L’arrivo della polizia e l’arresto dell’anziana

Dopo l’accaduto la fidanzata dell’uomo ucciso dalla madre (i nomi non sono stati condivisi per ragioni di privacy) ha chiamato la polizia chiedendo di intervenire. Arrivati i poliziotti, la donna ha spiegato cos’era successo evidenziando come la decisione di farla trasferire in una casa di riposo era stata presa dopo sei mesi difficili di convivenza in cui la donna non permetteva al figlio ed alla fidanzata di vivere serenamente. Che il motivo dell’omicidio fosse questo è stato arguito dalla donna quando questa ha urlato al compagno “Tu ti sei preso la mia vita io adesso mi prendo la tua” prima di sparargli.

La stessa Blessing ha confermato di aver vissuto con ansia i giorni precedenti all’accaduto dopo che il figlio gli aveva comunicato il suo intento di farla trasferire in una casa di riposo. La donna adesso si trova in carcere con l’accusa di omicidio ed assalto aggravato ai danni della fidanzata del figlio.