Home Sport Basket

Dramma nel mondo dello sport, il campione è morto durante uno scontro a fuoco con la polizia

CONDIVIDI

Il mondo dello sport è sotto shock per un lutto che ha coinvolto un campione di basket, rimasto ucciso durante uno scontro a fuoco con la polizia. La vittima è il giocatore americano Tyler Honeycutt 28 anni il prossimo 15 luglio, che ha aperto il fuoco contro la polizia dopo essersi barricato in casa. Preoccupata dallo strano comportamento del figlio, la madre di Honeycutt aveva poco prima allertato le forze dell’ordine ma al loro arrivo il giocatore di basket ha aperto il fuoco nel corso del quale sarebbe rimasto ucciso. Quando gli agenti sono entrati nell’abitazione infatti, hanno trovato il corpo dell’uomo riverso a terra. E’ stata la polizia di Los Angeles a confermare il decesso di un uomo, del quale inizialmente non è stata rivelata l’identità, che ha avuto un “comportamento irresponsabile”; nelle ore successive è emerso che la vittima era proprio il campione di barket.

Una carriera brillante per il campione

Dopo 24 gare nella Nba in forze ai Sacramento Kings, Honeycutt era arrivato in Europa. I Kings lo avevano scelto nel draft 2011, in seguito alla sua brillante carriera universitaria a Ucla. Honeycutt ha conquistato il titolo nella Lega di sviluppo con i Reno Bighorns per poi disputare in Europa, in Israele con gli Ironi Nes Ziona, in Turchia con gli Efes Istanbul e al Khimki, cinque stagioni. Il giocatore ha conquistato l’Eurocup del 2015 e con 9.2 punti ed una media di 5.4 rimbalzi nell’ultima edizione, è diventato uno dei protagonisti anche in Eurolega. In occasione dell’All Star Game del campionato turco le sue importanti doti atletiche lo hanno aiutato tra l’altro a vincere la gara delle schiacciate. Resta da capire quali siano le ragioni alla base del suo strano comportamento, che lo ha condotto alla morte. Non è chiaro inoltre se sia deceduto a causa dei colpi della polizia o se si sia suicidato.

Daniele Orlandi