Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Neonato rischia di morire durante il parto: dopo 7 giorni il toccante incontro tra mamma e figlio

CONDIVIDI

Emilie Gentry è una mamma americana che 2 anni fa ha rischiato di perdere il suo bambino, e di morire lei stessa, a causa di una grave infezione. Dopo 7 giorni dal parto Emilie ha potuto abbracciare per la prima volta suo figlio. L’incontro tra i due, raccontato anche per immagini da Metro.co.UK, è stato davvero toccante.

Il neonato colpito da uno shock settico

La storia che ha coinvolto Emilie, la sua famiglia e il suo bambino risale al 2016. Emilie Gentry, 28 anni, si è dovuta sottoporre ad un parto cesareo d’emergenza alla 39esima settimana di gestazione. Il suo bimbo è stato colpito da shock settico a causa di un’infezione batterica che ha interessato l’utero della mamma ed il liquido amniotico che circonda il neonato durante la sua permanenza nel grembo materno.

La pressione sanguigna di Emilie, già affetta da febbre alta, ha subìto un grosso calo che non ha permesso ai medici di rilevare il battito del cuore del bimbo e così si è deciso di farlo nascere anzitempo, pensando che potesse essere in corso una possibile sofferenza fetale.

Durante l’intervento chirurgico i medici del Providence Hospital di Washington si sono resi conto che le condizioni di Emilie erano più gravi di quello che si potesse immaginare: il grembo della donna si stava riempiendo di pus, mentre organi come reni, fegato e polmoni stavano quasi per collassare. Anche il bimbo, chiamato Edward Jack, ha rischiato di morire: il suo cuore non ha battuto per circa sei minuti. Quando i medici sono riusciti a far ripartire il muscolo, il bimbo è stato trasferito d’emergenza in terapia intensiva e qui è rimasto per tutta la settimana successiva, senza che la madre potesse vederlo.

Il toccante incontro tra Emilie ed Edward Jack dopo una settimana

Il 31 agosto 2016, una settimana dopo il drammatico parto di Emilie, il fidanzato Billy (39 anni) ha portato per la prima volta il bimbo nella stanza della sua compagna. Quello che ha rivelato Emilie Gentry su quei momenti è davvero toccante: “Il 31 agosto Billy è entrato nella mia stanza d’ospedale portando con sé questo piccolo fagottino. È stato così travolgente, è stato il momento più forte della mia vita quando finalmente ho incontrato il mio bambino. Quando è stato messo tra le mie braccia, immediatamente si è accoccolato a me. Era come  se avesse capito che ero la sua mamma.”

La famigliola sembra aver superato alla grande il difficile momento. Oggi Edward Jack porta su di sé i segni della sua difficile nascita, che lo ha portato ad avere un ritardo nel linguaggio, ma nonostante è un bambino sereno. Billy ed Emilie hanno deciso di non avere altri figli ma coroneranno il loro sogno d’amore sposandosi. Sarà proprio il piccolo Edward Jack che porterà le loro fedi all’altare.

Maria Mento