Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

“Non ti avvicinare a mia figlia, torna al tuo paese”: donna colpisce ultra 90enne con un blocco di cemento

CONDIVIDI

91enne messicano aggredito da una mamma davanti alla figlia piccola

La storia raccontata alla ‘CNN‘ da Rodolfo Rodriguez ha dell’incredibile. L’uomo, un anziano contadino messicano era andato a trovare il nipote e la sua famiglia a Willowbrook, nella contea di Los Angeles (California) in occasione delle festività del 4 luglio (giorno dell’indipendenza americana). Proprio nel giorno della ricorrenza, Rodriguez era andato a fare un giro nel vicinato e mentre camminava in prossimità di un parco ha affiancato e superato una donna che camminava con a fianco la figlia piccola. In quell’istante la donna lo ha aggredito dicendogli che doveva tornare in Messico, quindi lo ha colpito con un blocco di cemento ed infine ha chiamato un gruppo di uomini sostenendo che questo avesse assaltato la sua bambina.

L’affermazione della donna ha fatto infuriare gli uomini che, decisi a dare una lezione all’uomo, hanno cominciato a prenderlo a calci. Nel raccontare quanto successo Rodolfo non riesce a trattenere le lacrime, spiega di non riuscire più ad alzarsi dalla sedia e giura di non aver fatto ciò di cui lo hanno accusato: “Non ho nemmeno urtato involontariamente la sua bambina, l’ho semplicemente sorpassata e lei mi ha prima spinto e poi colpito finché non se n’è andata”.

La testimonianza di una donna e il desiderio del nipote che i colpevoli paghino

La versione dell’anziano è confermata da una donna che si trovava per caso a passare nei pressi del parco in cui è avvenuta l’aggressione. La donna ha affermato di aver sentito la mamma della piccola che diceva a Rodolfo che doveva tornare al suo Paese mentre lo colpiva con un blocco di cemento e che quando ha provato a fermarla e filmare tutto, questa le ha distrutto il telefono con lo stesso blocco. Il nipote della vittima, Erik Mendoza spiega alla ‘CNN’ che il nonno è conosciuto da tutti nel paese e che crede di sapere chi siano le persone che lo hanno aggredito: “Noi tutti crediamo di sapere chi siano i sospettati, ma lasceremo lavorare la polizia. Vogliamo solamente che il nonno abbia giustizia”.