Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Maxi blitz alla stazione di Mestre a caccia di pusher e droga: operazione in diretta Facebook 

CONDIVIDI
Maxi blitz alla stazione di Mestre a caccia di pusher e droga: operazione in diretta Facebook 
Maxi blitz alla stazione di Mestre a caccia di pusher e droga: operazione in diretta Facebook 

Blitz a Mestre a caccia di pusher 

Un’operazione enorme alla stazione di Mestre, nel quartiere Piave, per contrastare la piaga dello spaccio di droga.
Il maxi blitz si è verificato ieri mattina, dopo le lamentele dei cittadini che hanno segnalato un’enorme piazza di spaccio a cielo aperto nella stazione della città. Ben 500 gli uomini impegnati, sul posto anche i Reparti Speciali e gli elicotteri che hanno setacciato la zona. 

L’operazione contro lo spaccio è stata pianificata nei minimi dettagli nei mesi scorsi. Gli agenti hanno cercato i nigeriani che spacciano droga nei quartieri di Mestre e in città limitrofe. Molti degli spacciatori trovano rifugio nel Parco di Villa Querini e nelle Ospedale Umberto I, tutte zone setacciate dalla polizia. I provvedimenti restrittivi sono stati assunti con riguardo a 40 persone, vario titolo, per associazione per delinquere finalizzata allo spaccio e riciclaggio. 25 sono state le persone arrestate, tre i negozi che hanno avuto l’attività sospesa. Una donna, che ha lamentato un malore, è stata portata in ospedale. 

L’eroina gialla che ha fatto molte vittime 

L’operazione ha avuto il via dopo le denunce di diffusione della terribile eroina gialla, responsabile di molti decessi soprattutto di giovani. Questa eroina è molto forte e assai pericolosa, tanto che diverse persone sono morte per averla assunta negli ultimi mesi. Lo spaccio di questa droga era concentrato nella zona della stazione di Mestre e riforniva la città e l’intera provincia. 

Felici gli abitanti della zona. “Pensavano ai soliti controlli, adesso invece gli daranno il foglio di via… noi eravamo all’esasperazione, questi stanno qua dalla mattina alla sera” commenta un commerciante della zona.