Home Spettacolo Gossip Vladimir Luxuria al vetriolo su Cristiano Ronaldo: “Consiglio ai gay la carriera...

Vladimir Luxuria al vetriolo su Cristiano Ronaldo: “Consiglio ai gay la carriera nel calcio”

Vladimir Luxuria al vetriolo su Cristiano Ronaldo: “Consiglio ai gay di fare i calciatori”

L’approdo di Cristiano Ronaldo in Italia è ormai sulla bocca di tutti, ma il suo trasferimento non anima solamente le discussioni degli appassionati di calcio, poiché Cr7 è un personaggio pubblico prima che un calciatore e questo mette le sue scelte personali al centro delle chiacchiere da bar e quindi da social. Ad utilizzare l’approdo del campione portoghese come strumento per riaprire la polemica sulla gestazione per altri è stata Vladimir Luxuria che sul proprio profilo Twitter ha scritto: “Solo se sei un calciatore forte puoi aver fatto ricorso alla Gestazione per altri ( volgarmente detta maternità surrogata) ed essere tollerato. Consiglio ai #gay la carriera del calcio.#CristianoRonaldo”.

Il tweet di Vladimir Luxuria alimenta la discussione sulla Maternità surrogato

Quella di Vladimir Luxuria è chiaramente una provocazione nei confronti di chi in questi mesi ha protestato per la trascrizione dei certificati di nascita esteri che attestavano le coppie omosessuali come genitori di un bambino concepito attraverso la gestazione per altri. Recentemente il Comune di Roma e la Procura di Pesaro si sono pronunciati a sfavore della trascrizione degli atti e si attende il prossimo autunno per capire quale sarà la decisione definitiva della Corte di Cassazione. Il tema è dunque di attualità ed il fatto che Cristiano Ronaldo abbia 3 figli (due dei quali nati di recente) che sono stati concepiti con questa pratica è un ottimo aggancio per riaprire il dibattito.

Tra i tanti commenti ricevuti da Luxuria per l’accusa di iniquità sociale sull’argomento, ci sono molte persone che le danno ragione: “Fra l’altro gli etero che vi ricorrono sono molto più numerosi”, altre che polemizzano facendo notare: “O una carriera politica come Vendola” e chi utilizza il post per attaccare un rappresentante pro vita come Adinolfi: “Adinolfi consiglia di “scindere” tra il Ronaldo calciatore e il Ronaldo con figli, dopo che lo ha additato per anni”. Insomma il dibattito sulla questione rimane aperto e divide gli italiani.