Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia

Assunta Montanarino, ecco chi è la nuova “segretaria della polemica” alla corte di Di Maio

CONDIVIDI

Arriva da Pomigliano d’Arco (lo stesso comune d’origine del Ministro Luigi Di Maio), ha appena 26 anni e percepirà uno stipendio annuo pari a più di 72mila euro. Assunta Montanarino, nuova segretaria particolare di Luigi Di Maio appena assunta al Mise, si è difesa dalle critiche che sono piovute in questi giorni sulla sua nomina. Lei e il Ministro pentastellato sono sotto accusa. La giovane possiede una laurea in Economia ma nessuna esperienza in ruoli importanti: subito c’è chi ha gridato alla raccomandazione.

La nuova segretaria di Luigi Di Maio nella bufera: troppo giovane e poco competente

Essere giovani in Italia non è sinonimo di competenza ma di raccomandazione. Questo è quanto emerge dalla polemica che sta attanagliando in questi giorni il Ministro del Lavoro, Luigi di Maio, e Assunta Montanarino, 26enne da poco assunta come segretaria al Ministero dello Sviluppo Economico.

Sulla giovane donna si sono posate pesanti critiche non solo per la giovane età e per la sua scarsa esperienza, nonostante una laurea in Economia, ma anche per il fatto che proviene dallo stesso comune campano che ha dato i natali a Luigi di Maio. Logico e facile- forse troppo- supporre che ci sia stato un “piccolo aiutino” dato in nome dell’amicizia.

In difesa di questa nuova assunzione al Mise si è pronunciato lo stesso Luigi Di Maio che ha parlato di “stampa spazzatura”, in riferimento alle testate che hanno lanciato la discussione, e spiegando come Assunta Montanarino si sia distinta in un precedente stage per le sue spiccate doti gestionali nell’ambito della segreteria. Doti premiate con un incarico. Le spiegazioni date da Di Maio sono state confermate dal Fai Antiracket e Antiusura di Pomigliano D’Arco e il Ministro ha ricevuto anche la solidarietà di Francesco Nicodemo.

Assunta Montanarino si è difesa così

Assunta Montanarino, conosciuta anche come Assia Montanarino, si è lasciata andare ad un duro sfogo pubblicando un lungo post sulla sua pagina Facebook e del quale vi proponiamo uno stralcio: “La cifra netta che prendo mensilmente- pari a circa tremila e trecento euro – copre un impegno che va ben oltre i tempi previsti nel contratto, e che si protrae 7 giorni su 7, senza limiti di orario. E con responsabilità importanti. Il fatto di avere “solo” 26 anni credevo fosse un elemento positivo e non di demerito, in un Paese in cui non si fa altro che dire “largo ai giovani”. Vengo dallo stesso paese del ministro Di Maio e questa è stata senza dubbio una ‘fortuna’: perché così lui ha conosciuto diversi anni fa mio padre, che si era appena ribellato contro gli usurai, e mi ha dato un’opportunità, come l’ha data ad altri studenti universitari per uno stage presso la vicepresidenza della Camera (…)”.

Assunta Montanarino ha continuato e ha fatto sapere che ricorrerà alle vie legali contro chi ha portato avanti ignobili illazioni sulle sue competenze e sulla sua giovane età, così mal vista in un Paese tristemente famoso per le difficoltà che i giovani riscontrano in ambito lavorativo.

Maria Mento