Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia

Anniversario morte Carlo Giuliani, c’è chi vuole rimuovere il cippo (e dimenticare)

CONDIVIDI

“Bisogna rimuovere il cippo in ricordo di Carlo Giuliani”

In occasione del 17° anniversario dalla scomparsa di Carlo Giuliani la Coop Liguria ha manifestato per ricordare i terribili scontri avvenuti tra la polizia e i manifestanti in occasione del G8 di Genova del 2001. La morte di Carlo Giuliani, ucciso da un colpo di pistola esploso dall’arma di un carabiniere, fu solo il simbolo delle atrocità avvenute nel corso di quel vertice mondiale. La polizia in quella occasione ha represso senza fare distinzioni tra black block (manifestanti violenti), comuni ‘No Global‘, ragazzi, donne e ragazze. Esempio ne è stato quanto successo durante l’incursione alla Diaz o, ancora più grave, quanto successo nella caserma di Bolzaneto dove alcuni manifestanti sono stati rinchiusi, umiliati e sottoposti a torture per diversi giorni (colpi alla nuca e alle costole, piercing strappati anche da parti intime sono solo alcune delle atrocità denunciate dalle vittime dopo essere state rilasciate), una truce e vergognosa vicenda di cui non si può perdere memoria. Eppure c’è chi ritiene che le manifestazioni siano inadeguate addirittura un’offesa alle forze dell’ordine, tanto da spingere per la rimozione dell’offensivo cippo commemorativo per Carlo Giuliani.

Il consigliere comunale della Lega: “Le manifestazioni sono un’offesa alle forze dell’ordine”

A dirlo pubblicamente in un’intervista è il consigliere comunale della Lega nonché presidente della commissione ‘Pari opportunità’ del Comune di Genova, Francesca Corso, che in occasione della manifestazione odierna ha affermato: “A distanza di 17 anni dai tragici eventi collegati al G8, penso si debba prendere finalmente la decisione di rimuovere il cippo in ricordo di Carlo Giuliani, il quale non va celebrato come eroe perché nulla di eroico ha fatto, benché come ogni defunto debba essere rispettato. Fa tuttavia pensare il fatto che una certa parte politica continui a ritenerlo tale, nonostante a volto coperto abbia cercato di colpire un carabiniere con un estintore”.

Dimenticare Giuliani e perché no dimenticare l’orrore portato per le strade di Genova dall’azione repressiva fuori da ogni limite dell’umana decenza e oltre ogni forma di rispetto dei diritti umani di quei giorni. D’altronde perché manifestare, si spera che quegli eventi possano essere dimenticati poiché per molti e a quanto pare anche per il consigliere comunale leghista, Giuliani, la Diaz e Bolzaneto sono solo pretesti per strumentalizzare, infatti ribadisce la Corso: “L’ennesima manifestazione di Coop Liguria è uno schiaffo al lavoro che ogni giorno le Forze dell’ordine portano avanti nella difesa del nostro paese e dei suoi cittadini. Auspico che si possa giungere alla decisione della rimozione del cippo, che già da troppi anni è presente nella nostra città, a ricordo di un evento che andrebbe invece cancellato”.