Condannato per pedofilia, esce dal carcere e viene ucciso. La sua vittima, 15 anni, si impiccò dopo le violenze

Condannato per pedofilia, esce dal carcere e viene ucciso. La sua vittima, 15 anni, si impiccò anni fa
Immagine d’archivio

45enne esce dal carcere con permesso e viene ammazzato 

È stato ammazzato Giuseppe Matarazzo, ex pastore di 45 anni di Benevento. L’uomo era uscito di carcere per un permesso; era stato condannato per violenza sessuale nei confronti di una ragazzina di 15 anni del posto che qualche tempo dopo la denuncia si tolse la vita impiccandosi.
La giovane, Michela I., si suicidò dopo aver accusato l’uomo. Il 6 gennaio 2008 si impiccò ad un albero vicino a casa sua. L’uomo, arrestato nel 2009, venne condannato ad 11 anni e 6 mesi dalla Corte d’Appello di Napoli nel dicembre del 2011. 

Nel corso delle indagini i carabinieri scoprirono che l’allora 35enne aveva avuto rapporti sessuali sia con la ragazzina che con la sorella della stessa. In primo grado l’uomo fu condannato a 10 anni per la violenza sessuale e non per l’istigazione al suicidio, condanna salita a 11 anni e sei mesi in Appello” si legge su Repubblica.
L’uomo si è sempre proclamato innocente della violenza sessuale, ma i giudici della Corte d’Appello non lo ritennero attendibile, tanto che inasprirono la condanna a 11 anni.

Ucciso a colpi di pistola, forse una vendetta 

Da pochi giorni aveva lasciato il carcere, per un permesso. Ieri sera è stato trovato senza vita in contrada Selva a Frasso Telesino, provincia di Benevento, nella casa dove viveva.
Sembra che attorno alle 20 l’uomo fosse uscito dalla casa dove viveva coi due anziani genitori, senza spiegare perché. Qualche minuto dopo, i genitori hanno udito due colpi di pistola. Si sono precipitati fuori ed hanno trovato il corpo di Giuseppe Matarazzo, ormai senza vita. 

I carabinieri stanno indagando sull’omicidio dell’uomo e per ora non tralasciano alcuna pista; tuttavia, al momento, l’ipotesi che sembra prendere piede è quello della vendetta per l’accusa di aver violentato la ragazza. I carabinieri stanno sentendo parenti ed amici di Giuseppe Matarazzo e chiunque possa far saltare fuori da quella condanna elementi utili a spiegare cosa sia avvenuto.