Home Spettacolo Gossip

Gabriel Garko omosessuale? Parla la ex Eva Grimaldi (divenuta a sua volta omosessuale)

CONDIVIDI

Lunga intervista a cuore aperto da Paola Perego nel programma ‘Non disturbare’: ieri in seconda serata su Rai 1 Eva Grimaldi si è raccontata a 360°, parlando di parecchi aspetti della propria vita privata.

A partire dalle proprie insicurezze: “Sono un’ex balbuziente e anche un po’ dislessica. Ho sempre avuto una forma di timidezza quando parlo. Ho paura di sbagliare. Faccio fatica a terminare un concetto”. Passando per il rapporto con la madre Elvira, scomparsa di recente a 93 anni: “Ha fatto tanti sacrifici. Quando ero balbuziente, mamma, non avendo soldi, mi portava alla mutua e mi faceva fare gli esercizi per migliorare la balbuzie. Tanti sacrifici… Mi hanno anche messo in una classe per bambini problematici. Mia madre mi vide e disse: “Mia figlia non c’entra nulla con questi bambini…” Mia madre andò a lavorare per le suore e io andai a scuola lì”.

Quindi, sulla relazione con Gabriel Garko, dal 1997 al 2001: “Gabriel aveva 15 anni meno di me, era ragazzino, veniva dalla campagna, diciamo che l’ho cresciuto io… Io ho anticipato i tempi. Poi è arrivata Madonna… Mi è sempre piaciuta la carne fresca!”. E sulla sua presunta omosessualità, la Grimaldi (a sua volta ‘divenuta’ omosessuale) ha lasciato un certo margine per ipotesi di ogni tipo: “Se Gabriel non avesse avuto questo grande mistero, non sarebbe diventato Gabriel Garko. E’ stata la sua fortuna. Perché c’è questa diceria? Chiedetelo a lui… Ma non lo dicono solo a lui”.

E, circa la propria omosessualità e il rapporto con Imma – attivista LGBT: “A volte ricevo fiumi di parole orrende. Si nascondono tutti. Non abbiamo mai risposto, io e Imma. Omosessuale a 50 anni? E’ difficile pensarlo, lo so. Ho avuto tanti uomini, non solo Gabriel Garko, me ne sono fatti tanti! Io mi sono persa nella vita! Un giorno, può capitare anche questo… Io amo Imma, amo la persona. Non decidi tu quando diventare omosessuale”.