Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

“Fai uscire tua figlia, voglio fare l’amore”. Tre uomini molestano bimba di 10 anni, la denuncia del padre 

CONDIVIDI
“Fai uscire tua figlia, voglio fare l’amore”. Tre uomini molestano bimba di 10 anni, la denuncia del padre 
Foto d’archivio

Bimba molestata da tre stranieri, la denuncia del padre

Un episodio brutto e preoccupante scuote da qualche giorno Pescia, cittadina toscana, dove una bimba di 10 anni è stata molestata da tre stranieri. 

Secondo la prima ricostruzione del fatto, ora arrivato anche in Parlamento, ieri all’ex mercato dei fiori una bimba di 10 anni stava tornando a casa quando ha notato uno straniero, che le stava dietro. Per ora non si sa se abbia cercato di approcciarla in strada o se vistosi seguita la bimba si sia spaventata. Fatto sta che la piccola è tornata a casa in lacrime dal padre, terrorizzata. 

Il padre ha raccontato che quella sera stava festeggiando i 30 anni, quando “La bimba ci ha chiesto di uscire per giocare con un’amica. Sono andate nel vecchio parcheggio del mercato, per divertirsi accanto a un muretto, dal quale si sono messe a saltare giù e mia cognata si è avvicinata per accertarsi che non si facessero male”. 

“Fai uscire tua figlia, vogliamo fare l’amore”

Improvvisamente però la bambina “ha notato tre persone di origine africana, credo nigeriani. Mia figlia, spaventata, è venuta verso di noi, dicendo che uno dei tre le stava dando fastidio. Allora mi sono affacciato al cancello, chiedendo loro di allontanarsi e lasciare stare le bambine. Dopo una breve discussione però quello che aveva spaventato la bimba mi ha detto di farla uscire, ‘per fare l’amore’. A questo punto sono scappati in direzione del centro e li ho inseguiti, accompagnato da alcuni parenti e amici”. 

I tre stranieri sono stati fermati alla stazione di Pescia ed identificati dai carabinieri, sarebbero residenti in una struttura di Lucca.
Deborah Bergamini di Forza Italia ha portato in Parlamento il caso della ragazza.
Le conseguenze avrebbero potuto essere più difficili da gestire. Io il mio dovere di padre e cittadino l’ho fatto” dice il padre della ragazzina “ma non ho però più avuto notizie, nessuno si è più fatto vivo con me”.