Home Notizie dal territorio Roma

Arriva la spiaggia sul Tevere, i dettagli del progetto che rischiava di saltare

0
CONDIVIDI

Sdraio, docce e tanta sabbia in riva al Tevere. Sembra essere tutto pronto per l’apertura, più volte rimandata, della spiaggia sul ‘fiume di Roma’ allestita nei pressi di Ponte Marconi, un progetto più volte ridimensionato a causa di una serie di ritardi accumulati negli ultimi mesi. Voluta dalla sindaca Virgina Raggi, la spiaggia è stata pensata non solo per riavvicinare i romani al fiume ma anche per rendere la banchina fruibile. Su un’area di 10mila metri quadri, preventivamente bonificata, sono stati avviati, i primi di luglio, i lavori, che senza interruzione e portati avanti con celerità, dovrebbero essere alle fasi conclusive. Si prevede infatti di aprire la spiaggia entro il mese di agosto, stando a quanto emerso da fonti del Campidoglio: del resto il primo cittadino ha più volte annunciato, a fine dicembre 2017, l’inaugurazione della spiaggia sul Tevere entro quest’anno per poi diventare pienamente fruibile dai primi mesi caldi del 2019. Accanto all’area relax, dovrebbero essere presenti anche campi sportivi ed un piccolo gazebo per il punto ristroro. Oltre ai servizi igienici, così da poter vivere questo spazio in riva al fiume per l’intera giornata.

Corsa contro il tempo per completare i lavori

Sul destino dell’area è rimasto un alone di mistero fino ai primi giorni del mese, quando il tratto di arenile sotto Ponte Marconi si è trasformato in un cantiere a cielo aperto, a conferma del fatto che il progetto della spiaggia non fosse del tutto scomparso come molti temevano. In questi giorni gli operai sono al lavoro per la finitura dei viali di accesso ed il successivo posizionamento della sabbia, per un progetto chiaramente ispirato agli antichi stabilimenti degli anni ’60.

Daniele Orlandi