Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Inferno di fuoco e fiamme: gli incendi che circondano Atene visti dall’alto -Video

CONDIVIDI

Le fiamme che hanno circondato Atene riprese da un aereo in atterraggio

Un breve filmato girato a bordo di un aereo di linea che si accingeva ad effettuare l’atterraggio nell’aeroporto internazionale di Atene mostra gli effetti distruttivi delle fiamme che nelle scorse ore hanno minacciato la capitale greca. Le fiamme durante tutta la giornata di ieri hanno distrutto abitazioni, boschi e strade causando anche diverse morti. La ripresa mostra una larga distesa di fumo che si innalza verso il cielo annuvolato e ancora poco luminoso a causa dell’orario. In un secondo momento il passeggero inquadra il terreno sottostante mostrando una serie di roghi ancora accesi che si estendono per diversi chilometri e che rendono il paesaggio del tutto simile a quello di un territorio vulcanico durante un’eruzione.

Incendio infernale in Grecia: il numero dei morti è salito a 74

Il bilancio del devastante incendio che ieri ha colpito la Grecia è terrificante: sono 74 le vittime accertate, tra le quali ci sono anche 26 persone che hanno cercato la fuga salendo sopra una scogliera e che invece sono state raggiunte dalle fiamme prima che potessero mettersi in salvo. Alcuni di loro sono stati trovati dai soccorsi abbracciati tra loro con i corpi carbonizzati che si sono fusi tra loro, una scena che ricorda molto da vicino quelle scoperte nelle rovine di Pompei.

La procura di Atene ha aperto un’indagine sull’incendio più devastante della storia recente della penisola ellenica, l’ipotesi è che gli incendi siano di matrice dolosa. I roghi principali si sono sviluppati nella città costiere di Penteli e Kineta. Il primo, sospinto dal vento ha invaso la vicina località turistica di Mati costringendo turisti e bagnanti locali a gettarsi in tutta fretta in mare per cercare salvezza. Raffiche di vento caldo a 80 chilometri orari hanno reso difficoltosa la fuga e i tentativi dei vigili del fuoco di arginare le fiamme. La situazione è stata simile a Kineta dove il continuo cambio di direzione del vento ha fatto propagare le fiamme in più direzioni creando dei roghi di minore entità.