Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Si toglie la vita con un cappio al collo Oksana Chatchko, ex leader delle Femen: aveva 31 anni

CONDIVIDI

E’ stata trovata senza vita nell’appartamento dove viveva a Parigi. Oksana Chatchko, 31enne ucraina, cofondatrice ed ex militante del gruppo femminista Femen, s’è tolta la vita, impiccandosi.

Il corpo senza vita della donna è stato ritrovato lunedì, ma solo ulteriori indagini potranno stabilire quando esattamente la Chatchko si sia tolta la vita.

Secondo quanto riportato, la ex militante avrebbe lasciato una lettera d’addio per spiegare il suo gesto, oltre che una scritta in inglese (parrebbe rivolta alla comunità artistica parigina, nella quale si era introdotta dopo l’esilio forzato dall’Ucraina): “You are all a fake” (“Siete tutti un falso”).

S’era rifugiata in Francia nel 2013 dopo essere stata espulsa dal Paese e dopo disaccordi con le compagne del gruppo femminista s’era progressivamente allontanata, cadendo frattanto in depressione (ha provato due volte a togliersi la vita in precedenza).

Ad annunciare la dipartita Inna Chevtchenko, attuale leader dell’organizzazione, attraverso un post su FB: “E’ con grande dispiacere e profondo dolore che devo conferamare la morte di Oksana”.

Allo stesso modo, Anna Gutsol – anch’essa cofondatrice del gruppo – s’è espressa commossa su Facebook: “RIP. La più impavida e vulnerabile Oksana Chatchko ci ha lasciati”.