Home Tempi Postmoderni Scienze

Venerdì notte occhi al cielo: la Luna da uno spettacolo visibile solo ogni 100 anni

CONDIVIDI

La Luna e Marte brilleranno nel cielo italiano venerdì notte

Questo venerdì 27 luglio si preannuncia uno spettacolo astronomico degno di nota, un evento che si presenta in questa forma solamente una volta ogni 100 anni. Gli astronomi infatti informano la popolazione che ci sarà l’eclissi lunare più lunga di tutto il secolo che perdurerà per ben 103 minuti ed al quale si affiancherà, più luminoso che mai, anche Marte giunto nella posizione definita della “Grande opposizione”, ovvero nel perielio il punto più distante dal sole della sua orbita. Per l’occasione sono previsti degli eventi in tutte le piazze d’Italia, tra cui quello di Roma organizzato dall’associazione ‘Virtuatelescope Project‘ in collaborazione con il Ministero dei Beni Culturali ed il Parco Archeologico del Colosseo che permetterà ai romani ed ai turisti di ammirare la splendida coppia che si erge sopra il simbolo di Roma e dell’Italia.

La Luna e Marte in coppia nel cielo di venerdì: la spiegazione del fenomeno

A spiegare il fenomeno astrale agli italiani ci pensa proprio il responsabile di ‘Virtuatelescope’ Gianluca Masi, il quale prima di tutto specifica che l’eclissi lunare rendere il nostro satellite di un intenso colore rosso, a differenza di quella solare che vede la stella coperta dall’ombra del nostro satellite: “Sarebbe legittimo aspettarsi che la Luna scompaia dentro l’ombra della Terra. In realtà se ci immaginiamo di essere degli spettatori sulla superficie lunare, dopo che il Sole è tramontato dietro alla Terra vedremmo i raggi che passano attraverso l’atmosfera, nella loro componente rossa, raggiungono la Luna e le conferiscono questo colore”.

L’astronomo spiega anche che Marte sarà visibile nel cielo poiché in opposizione al sole, ovvero nel periodo di rotazione orbitale in cui si allontana dalla stella. Venerdì, inoltre, il pianeta rosso arriverà al punto più distante dal sole e a quello più vicino alla terra, distanziandosi dalla luna di una traiettoria di osservazione di soli 6 gradi. Il fatto che questo momento coincida con l’eclissi rende la notte di venerdì un evento astronomico molto raro: “L’orbita di Marte è ellittica e la sua distanza dal Sole cambia in maniera significativa, perciò quando si trova al perielio è molto più vicino anche alla Terra. Il fatto che questo avvenga proprio nella notte dell’eclissi di Luna rende questo evento davvero straordinario”.