Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Google Maps, c’è qualcosa di strano al largo delle coste greche: Ufo in vista?

CONDIVIDI

Una sconcertante scoperta al largo delle coste greche? Forse un nuovo avvistamento di Ufo? Gli appassionati incalliti di Google Maps, quelli che passano molte ore a “viaggiare virtualmente” spiando le foto del nostro pianeta scattate dai satelliti, ne sono più che sicuri: in alcuni frame compare qualcosa di veramente insolito.

Un oggetto sommerso fa capolino nei mari della Grecia

È un oggetto sommerso non meglio identificato quello che fa la sua comparsa in alcune foto scattate dal satellite. L’oggetto è localizzato proprio nel nostro Mar Mediterraneo, e più precisamente nel Mar Egeo, al largo della Grecia. Si tratta di un qualcosa di rotondo, lungo circa 220 piedi, con un cerchio interno. Alcuni lo hanno già ribattezzato come un “capezzolo”, vista la sua somiglianza con l’omonima parte del corpo umano. A segnalare la sua presenza, al di sotto del pelo dell’acqua, ci ha pensato l’utente che si nasconde dietro lo pseudonimo di Underbelly, il quale ha dato anche le coordinate della zona in questione.

Oggetto non identificato in mare, di cosa si tratta?

Appena scoperto quest’oggetto non identificato grazie a Google Maps, è iniziato subito il toto scommessa sulla sua origine. Diverse sono le teorie lanciate dagli utenti, e alcuni ritengono si tratti di un piccolo vulcano sommerso. Altri hanno lanciato la suggestione che in casi come questo non poteva certo mancare: trattasi di disco volante, in altre parole di Ufo. Ma quanto ci potrebbe essere di vero in questa teoria?

Nigel Watson, esperto in indagini sugli Ufo, ha parlato ai microfoni del Mirror online pronunciandosi in proposito: “Alcuni potrebbero pensare che la sua forma indichi che si tratta di un disco volante sommerso che si nasconde sotto le profondità. Più probabilmente è una formazione naturale: senza essere in grado di guardarlo da vicino o di fare ricerche sulla storia della zona è difficile dirlo. Usare le parole ‘oggetto sommerso non identificato’ implica che si tratti di un costrutto artificiale di qualche tipo.”

Maria Mento