Home Spettacolo Gossip

Brignano torna sulla vicenda Mazzamauro: “Non potevo crederci, per tutti ero diventato un mostro”

CONDIVIDI

Enrico Brignano torna sulle accuse di violenza: “Per il web sono subito diventato un mostro”

Enrico Brignano è un comico dalle origini umili, proveniente da una famiglia di onesti lavoratori ha deciso di intraprendere la carriera dello show business e diventare un comico. Per anni ha latitato tra palchi di provincia e teatri di second’ordine alla ricerca di un sogno, quello di entrare a far parte dell’accademia del “Maestro” Gigi Proietti e poi, magari, diventare un nome. Il successo alla fine è arrivato con spettacoli da tutto esaurito, come dimostra il biglietto d’oro ricevuto da Carlo Conti per questa stagione teatrale che lo ha visto premiato da 160.000 spettatori con il suo ‘Enricomincio da me Unplagged‘ che tornerà in teatro a partire da agosto. Ma se il bilancio della carriera del comico romano può essere definito positivo, alcune polemiche hanno segnato negativamente l’ultimo periodo. Sul finire dello scorso anno, infatti, Brignano è stato accusato di aver strattonato e colpito Anna Mazzamauro, l’attrice famosa soprattutto per la parte della Signorina Silvani in Fantozzi.

Le accuse di violenza su Anna Mazzamauro e la gogna social

Tutto ha avuto inizio quando l’attrice ha confessato di essere stata colpita e maltrattata da un altro attore sul set del film ‘Poveri ma ricchi‘ diretto da Fausto Brizzi. Dopo la dichiarazione dell’attrice c’è stata una caccia all’uomo e i sospetti sono ricaduti su Brignano. Interrogato sulla vicenda l’attore ha risposto inizialmente di non volerla commentare, ma questo ha acuito i sospetti e generato un polverone sui social. Il caos generato dalla vicenda ha costretto Brignano a prendere posizione scrivendo sul proprio profilo: “Fino a ieri ho pensato di mantenere la calma, perché non c’è nulla da smentire e per proteggere una donna anziana quanto mia madre. Ma ora sono costretto a far vedere il filmato che dimostra che questa signora sta mentendo”.

A distanza di mesi dall’accaduto, il comico ha concesso un’intervista a ‘La Verità’ in cui ha, tra le altre cose, ricordato l’accaduto sottolineando come sia stato “Messo alla gogna dalla Santa Inquisizione dei social” per qualcosa che non aveva fatto, una situazione che gli ha creato un forte disagio: “Approfitto per ringraziare te e La Verità per essermi stati vicini in un momento in cui sono stato messo in croce dal Web come mostro, con tutto il mio spaesamento, perché non potevo credere si ritenesse vera una cosa del genere” e conclude dicendo: “Da quel momento sono ancora più cauto quando qualcuno mi dice: ‘Hai letto cosa scrivono su Internet?’”.