Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Lo strazio dell’orca che non riesce a salvare il suo cucciolo appena nato

CONDIVIDI

orcaL’orca non riesce a salvare il suo piccolo

Un’orca ha trasportato il suo cucciolo morto per giorni prima di essere sopraffatta dal dolore. La madre è stata avvistata mentre cercava di tenere il suo neonato, da poco deceduto, vicino alla superficie dell’acqua al largo della costa di Victoria, nella Columbia Britannica, negli Stati Uniti. Ken Balcomb, scienziato senior del Centro per la ricerca sulle balene sull’isola di San Juan, ha confermato che il cucciolo era vivo 30 minuti prima. “Il piccolo era nato così precocemente che non aveva massa corporea. Continuava ad affondare, e la madre lo sollevava in superficie”.

Le orche sono una specie in via di estinzione. Questi animali sono tuttora in lotta per sopravvivere a causa della mancanza della loro fonte di cibo: il salmone Chinook. I mammiferi sono anche minacciati da inquinamento tossico, rumore e disturbi delle barche. Ad oggi sono presenti 75 orche nelle acque: un calo rispetto alle 98 del 1995.

La riproduttività delle orche è a rischio

Circa due terzi delle gravidanze delle orche sono fallite tra il 2007 e il 2014, stando a quanto emerso da uno studio dell’Università di Washington e di altri ricercatori. Brad Hanson, un biologo della fauna selvatica presso il Northwest Fisheries Science Center di Seattle, ha aggiunto: “In media ci aspettiamo che ogni anno nascano alcuni cuccioli. Il fatto di non averne visto nessuno in diversi anni è un’ulteriore prova del grave problema che riguarda la riproduttività di questi animali”.