Accoltellò e uccise un’anziana: arrestato il vicino di casa della donna

Ha finalmente un volto e un nome l’assassino di Emma Grilli, l’anziana signora uccisa lo scorso 17 luglio nella sua abitazione di Chiaravalle (Ancona). Le forze dell’Ordine hanno arrestato il suo vicino di casa, accusato adesso di omicidio.

Emma Grilli, il suo assassino è un ludopatico

Maurizio Marinangeli, 57 anni, è l’uomo che martedì 17 luglio ha aggredito con un coltello Emma Grilli, sua vicina di casa di 85 anni, infliggendole diverse ferite e uccidendola. Il suo corpo è stato ritrovato, riverso sul lavandino della cucina, dal marito novantenne della donna che era uscito poco prima per comprare il pane. Su corpo dell’anziana ferite all’addome, al collo ed anche ferite da difesa sugli arti superiori.

L’uomo deve essere riuscito a farsi aprire la porta dalla sua vittima prima di aggredirla perché non sono stati riscontrati segni di effrazione. Maurizio Marinangeli è affetto da ludopatia e l’aggressione avuto luogo proprio per motivi economici: Maurizio Marinangeli, evidentemente vessato dai debiti, ha ucciso la vicina per sottrarle degli oggetti preziosi da rivendere in cambio di contanti.

Chiaravalle, l’omicida rintracciato grazie ad un Compro Oro

Maurizio Marinangeli era già il principale sospettato per l’omicidio di Emma Grilli. Le sue dichiarazioni rilasciate in merito ai suoi spostamenti di quel giorno sono risultate da subito non collimanti con le parole delle altre persone ascoltate. In aiuto degli inquirenti è arrivata però la ludopatia che affligge l’uomo.

Soltanto mezz’ora dopo aver ucciso Emma Grilli, Maurizio Marinangeli ha consegnato ad un Compro oro due fedi, due ciondoli e una catenina in oro bianco appartenenti proprio alla vittima, in cambio di 400 euro. L’uomo è stato registrato presso l’esercizio con la sua Carta d’Identità. L’omicida è adesso accusato di omicidio, aggravato da futili motivi, e di rapina aggravata.

Maria Mento