Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia

Daisy, non si segue pista razziale. Segretario Pd choc: “Colpa di Salvini, occhio che finisci a testa in giù”

CONDIVIDI

Rassegna Stampa 31 luglio 2018 

Daisy, no pista razziale. Segretario Pd choc: “Colpa di Salvini, occhio che finisci a testa in giù”
L’atleta colpita

La Stampa Interni. “I lanciatori di uova avevano già colpito due volte. Chi ha ferito Daisy Osakue, la stella azzurra del lancio del disco, viaggiava a bordo di un Fiat Doblò. La stessa, secondo gli investigatori, che è stata vista allontanarsi dopo altri lanci, sempre tra le strade di Moncalieri”.

Gli inquirenti escludono da subito la pista razziale: il gruppo che gira in auto ha già colpito diverse persone, anche alcune donne, a uova in testa.
Come spiega Il Giornale “Il primo episodio risalirebbe alla notte tra il 14 e il 15 luglio scorso, quando un pensionato che abita al 47 di strada Sanda ha denunciato un lancio di uova contro la propria abitazione. Una decina di giorni dopo poi, il 25 luglio, intorno alle 23,30 tre donne bianche uscivano dal ristorante Nom Nom di strada Genova, sempre a Moncalieri, quando sono state colpite al braccio da uova lanciate da un’auto in corsa. Pare la stessa Fiat Doblò dalla quale la scorsa notte sono partite quelle che hanno ferito a un occhio la discobola della Nazionale italiana”. 

Il Giornale Interni. Daisy? Colpa sua”. Il post choc del piddino su Salvini: “Finisce a testa in giù”.
Alessandro Huber, segretario del pd in Alto Adige e membro dell’assemblea nazionale Pd, attacca Salvini. Ira della Lega.
Il post su Facebook, ora cancellato dal segretario, diceva: “Sì, è ora di dirlo. Ogni aggressione è da lui legittimata con il suo sproloquio fascista e la sua incitazione all’odio. Se ne prenda la responsabilità, da mussoliniano dovrebbe imparare dal maestro: si finisce a testa in giù poi però”. 

Ansa Esteri. Conte a Washington, Trump: ‘D’accordo con quanto fate sui migranti’.
”Molti altri Paesi in Europa dovrebbero seguire l’esempio dell’Italia’, ha detto il presidente Usa. 

La Repubblica Esteri. Nave italiana soccorre e riporta in Libia 108 migranti. 

Il Giornale Interni. Il sindaco leghista e le 500 firme. Resta qui Marcel il “clandestino”.
Il senegalese doveva essere rimpatriato: decisivo il primo cittadino. “Aiuta in chiesa e gli anziani, si è integrato”. 

Il Messaggero Interni. Riceve 4 euro di elemosina, ma non gli bastano: nomade aggredisce un anziano. 

Il Messaggero Interni. Arezzo, cacciatore scompare nel bosco: trovato morto accanto al cinghiale ucciso. 

Il Messaggero Interni. Vibo Valentia, uccide la moglie e si impicca a un albero. Un uomo di 83 anni, Saverio Milidoni, ha ucciso la moglie, Concetta Furci, di 82, e si è poi tolto la vita impiccandosi ad un albero.