Home Notizie dal territorio

“Puoi ottenere ciò che vuoi se sei vestita per averlo”, il manifesto desta scandalo: “Offende la dignità delle donne”

CONDIVIDI

“Puoi ottenere ciò che vuoi se sei vestita per averlo” e sotto la foto di una donna in lingerie dalla testa mozzata (più oggetto di così non si può).

E’ un manifesto pubblicitario apparso per le vie di Palermo (volto a promuovere un negozio che vende intimo, biancheria e corredi; un negozio che si rivolge alle donne ma che non pare rispettarle troppo) che ha destato – non a torto – scandalo, portando alla reazione di quattro consiglieri comunali.

I consiglieri comunali di Sinistra Comune Giusto Catania, Barbara Evola, Katia Orlando e Marcello Susinno hanno così protestato, annunciando un’interrogazione sul manifesto in questione: “Il manifesto pubblicitario comparso in questi giorni in diverse strade della città offende la dignità delle donne, proponendo un’ennesima mercificazione del corpo femminile. A Palermo, malgrado sia stata dichiarata città libera dalla pubblicità offensiva della dignità della donna, continuano a comparire pubblicità sessiste ed offensive della dignità femminile, condizioni che favoriscono l’insorgere di episodi di violenza contro le donne. Gli stereotipi di genere si confermano strumento commerciale diffuso, che alimenta discriminazioni e clima di sopraffazione e ricatto nei confronti dell’altra metà del cielo. Siamo certi che l’Amministrazione interverrà tempestivamente per la rimozione dei manifesti pubblicitari lesivi della dignità della donna”.