Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Lo zio di Pamela scrive a Mattarella: “Sulla barbarie avvenute a mia nipote non hai parole di condanna?”

CONDIVIDI
Lo zio di Pamela scrive a Mattarella: “Su mia nipote non hai parole di condanna?”
La giovane Pamela Mastropietro

Lo sfogo dello zio di Pamela verso Mattarella 

Il giorno che segue alla confessione di Innocent Oseghale, che ha confessato di aver smembrato Pamela Mastropietro ma non di averla uccisa – proseguendo nella versione secondo la quale Pamela sarebbe morta di overdose – lo zio della ragazza, Valerio Verni, ha pubblicato un video-messaggio sulla sua pagina Facebook. 

Condivido in pieno le parole del presidente Mattarella, ma vorrei che si ricordassero anche i crimini commessi dagli immigrati” dice l’uomo nel video.
A sei mesi dalla barbara uccisone di Pamela vorrei chiederle, presidente Mattarella, perché mai nessuna parola di condanna quando a compiere gravi reati sono immigrati ai danni di italiani? Quanto avvenuto a Pamela non è forse barbarie?” chiede Verni. 

“Presidente, ricordi anche Pamela”

L’uomo, che è avvocato, si è rivolto al presidente della repubblica Sergio Mattarella, chiedendo per quale motivo in tutto questo tempo egli non abbia condannato l’omicidi di Pamela e perché nessuna carica dello Stato fosse presente al funerale della 18enne. Il riferimento evidente è alla presa di posizione di Mattarella, negli ultimi giorni, sugli episodi di violenza che hanno riguardato ad esempio la piccola rom ferita da un piombino, o l’omicidio di Emmanuel a Fermo al cui funerali fu presente lo Stato.
Presidente, lei cita Manzoni, ma Manzoni dovrebbe anche ricordarci che la classe politica del tempo sottovalutò la Peste” suggerisce Verni.