Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Perde il sussidio e finisce sotto i ponti con la madre di 87 anni: “C’erano ratti e eroinomani”

CONDIVIDI

Annullato il sussidio ricevuto fino a poco tempo prima, madre e figlio sono costretti a vivere in strada

Perde il sussidio e finisce sotto i ponti con la madre di 87 anni: "C'erano ratti e eroinomani"
Darius Nenius e la madre rimasti senza una casa

Darius Nenius, 45enne di origini lituane che vive da 10 anni in Inghilterra con la madre, si è ritrovato da un giorno all’altro senza un tetto sopra la testa quando è stato sospeso dal comune di Birmingham il sussidio corrisposto per le cure della madre, una donna di 87 anni affetta da demenza senile. Per un paio di settimane sono riusciti a mantenere la casa, quindi quando sono stati cacciati hanno trovato una soluzione di comodo nell’Handworth, ma poi, questo lunedì, sono stati costretti a trovare un posto sotto ad un ponte nei pressi del fiume.

I due hanno dormito per una notte sotto al ponte insieme a spacciatori, ratti ed eroinomani e per loro fortuna uno volontario che si occupa di nutrire i senza tetto, commosso dalla loro storia, ha deciso di trovargli un rifugio per senza tetto. La ricerca è stata più difficile di quanto potesse sembrare e l’uomo, Raj Rana (il quale gestisce anche una mensa per i poveri), ha deciso di offrire loro 3 notti pagate in un hotel, luogo in cui il figlio ha rilasciato un’intervista ai media britannici che fungesse da appello.

Costretto a vivere sotto i ponti con la madre chiede aiuto: “Abbiamo dormito in mezzo ai ratti”

Darius spiega di aver lasciato il suo ultimo lavoro nel 2012 per stare al fianco della madre, la quale ha necessità di continua assistenza e se lasciata sola potrebbe farsi del male: “Abbiamo passato l’ultima notte vicino ad un canale”, dice mestamente l’uomo che poi aggiunge: “E’ uno posto orribile. C’erano spacciatori, ratti e eroinomani, ma quale possibilità avevamo?”, e ancora: “Avevamo qualche coperta ed è estate, fosse stato inverno sarebbe stata una situazione ancora più orribile”.

L’uomo racconta di essere a Birmingham da 7 anni e spiega a chi pensa che potrebbe andare a trovare un lavoro che non può lasciare la madre da sola: “Se dovesse succedere qualcosa lei non parla nemmeno inglese. Sarebbe orribile, non posso farlo”. Il comune ha bloccato i suoi benefit poiché non lavora dal 2012, periodo in cui faceva il magazziniere, un lavoro che ha dovuto lasciare quando la moglie si è separata da lui portandosi il figlio e lasciandolo da solo ad occuparsi della madre.